Nave ospedale: spunta l'ipotesi del clamoroso dietrofront

L'indiscrezione, ancora tutta da confermare, potrebbe mettere la parola fine al capitolo del traghetto della Grandi Navi Veloci che da circa 20 giorni avrebbe dovuto salpare alla volta del porto di Trieste. Fedriga però smentisce

La trattativa per la nave Allegra starebbe salpando verso un sempre più clamoroso dietrofront. L'indiscrezione, pubblicata da Il Piccolo ma non ancora confermata e né smentita dalla Regione, girava già da ieri sera quando alcune riunioni organizzative in seno alla gestione dell'emergenza erano state sospese e questa mattina erano state fermate alcune ulteriori operazioni di supporto e di comunicazione.

Oggi 12 maggio a Palmanova si è svolta infatti una riunione tra i vertici della Protezione Civile e della Regione dalla quale sarebbe emersa l'ipotesi del blocco dell'operazione che ha tenuto banco negli ultimi 20 giorni. Un altolà che, se confermato, andrebbe ad aggiungersi alle dichiarazioni dell'assessore alla Sanità Riccardo Riccardi che nelle ultime interviste rilasciate alla stampa, aveva espresso pubblicamente alcune perplessità, rimandando la "palla" ai vertici della Direzione sanitaria. Una Direzione sanitaria che, secondo alcune indiscrezioni, non avrebbe gradito la presa di posizione del numero due dell'esecutivo del Friuli Venezia  Giulia.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se il dietrofront dovesse palesarsi ufficialmente (sembra che il contratto sia ancora fermo, complice una presunta differenza sulle tempistiche che vedrebbero una richiesta di affidamento della partita per sei e non per tre mesi come inizialmente paventato) per i molti anziani ospitati nelle case di riposo in procinto di essere trasferiti sulla nave, ora si potrebbe prospettare una soluzione alternativa che chiamerebbe in causa l'ospedale di Cattinara. Tutte ipotesi che al momento incontrano una forte smentita dal governatore Fedriga. Nonostante il dibattito, il fatto che la questione assomigli sempre più ad una ingarbugliata matassa da sbrogliare ormai è sotto gli occhi di tutti. La notizia è in aggiornamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento