Ritrovata una nave dell'epoca romana affondata vicino a Veglia

Scoperta dal ricercatore subacqueo Velimir Verzić. Il carico della nave è praticamente intatto, sarà nuovo materiale per ricerche storiche. Trovati anche alcuni frammenti di anfore sepolti nella sabbia da migliaia di anni

Foto: La Voce del Popolo

Scoperta nelle acque dell'isola di Veglia una nave affondata risalente all'epoca romana, oltre ad alcuni frammenti di anfore sepolti nella sabbia da migliaia di anni. Uno spettacolare ritrovamento del ricercatore subacqueo Velimir Verzić, che tempo fa aveva  già scoperto una pericolosa mina navale vicino a una spiaggia di Pećine, rione orientale di Fiume. Come rivela La Voce del Popolo, gli archeologi subacquei ritengono che le anfore appartengano all’area di Tunisi e risalgano al IV secolo. Sono già state segnalate al ministero della Cultura affinché siano prelevate ed esposte in un museo. Saranno ora effettuate ricerche per stabilire rotte del commercio e il carico della nave, rimasto praticamente intatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Conte: "Se continuiamo così, in due settimane tutte le regioni saranno gialle"

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Rapina da 195 mila euro a Pola, la fuga e l'arresto sul confine: in manette due poliziotti e un carabiniere

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Carenza di vitamina D: come riconoscerla e rischi per la salute

Torna su
TriestePrima è in caricamento