Cronaca Molo dei Bersaglieri

Navi militari a Trieste in missione NATO (FOTO)

Quattro navi da guerra, con bandiera italia, turca, spagnola e canadese sono attraccate da questa mattina lungo le rive, un'altra americana è al Molo VII, mentre due più grandi, addette ai rifornimenti, sono ormeggiate alla Siot

Da questa mattina i triestini che sono transitati avranno di certo notato le quattro navi da guerra ormeggiate al molo Bersaglieri, ai lati della Stazione Marittima. A Trieste però sono giunte in totale ci sono sette navi militari, di cui cinque fregate (una è al Molo VII) e due da rifornimento (queste utlime ormeggiate alla Siot). Le imbarcazioni militari battono bandiera italiana, turca, canadese e spagnola, tedesca e amircana, oltre a quella blu della NATO.

13feb15. Navi da guerra al molo Bersaglieri

A bordo della fregata spagnola Canarias è stata organizzata una conferenza stampa in cui il comandante del 2° gruppo navale della NATO (in totale sono quattro), l'cosolini ammiraglio americano Brad Williamson 13feb15-2, ha spiegato che la sosta operativa a Trieste serve a caricare i riforminemnti in previsione del lungo periodo che le navi passeranno in mare e durante il quale verranno svolte delle esercitazioni nell'Adriatico, prima di giungere in Grecia, dov'è previsto il prossimo ormeggio.

Sono state poi diffuse alcune informazioni sul numero di persone a bordo, circa 2000 tra tutti gli equipaggi.

13feb15. Navi da guerra al molo Bersaglieri

Fanno parte del 2° gruppo navale della NATO la USS “Vicksburg” (ammiraglia del gruppo), la canadese “Fredericton”, la turca “Turgutreis”, la tedesca “Spessart”, le spagnole “Patino” e “Canarias” e l’italiana “Aliseo”, tutte impegnate in attività di supporto marittimo all’Operazione Nato denominata “Intervento attivo” (“Operation Active Endeavour”) per il rafforzamento della difesa anti-terrorismo e della sicurezza nel Mare Mediterraneo e dei Paesi alleati che vi si affacciano.

L’Ammiraglio Williamson – con una lunga carriera nella marina americana e al comando del 2° Gruppo Navale Nato dal luglio dello scorso anno – è stato accolto, assieme ad alcuni ufficiali del suo Gruppo e della nostra Capitaneria di Porto, nel tradizionale Salotto Azzurro dal sindaco Roberto Cosolini. «Nel corso di un colloquio subito improntato a una viva simpatia - spiga un comunicato stampa del Comune -, l’alto ufficiale che ha dichiarato di aver immediatamente apprezzato la grande bellezza della città, pur essendo alla sua prima visita a Trieste, ha altresì dimostrato di conoscerne storia e caratteristiche quando ha affermato di valutare positivamente le notevoli capacità del nostro porto che, tuttavia – ha detto – “potrebbero venir ancor meglio sfruttate” (argomento discusso poco prima anche durante il precedente incontro al Palazzo del Governo con il Prefetto Garufi, n.d.r.). Il Sindaco Cosolini, nel porgere il benvenuto della Città al Comandante e a tutti gli equipaggi del Gruppo, e ricordando la lunga tradizione di simpatia e affetto dei triestini verso la Marina americana in particolare, ha auspicato che per tutti i marinai delle diverse nazionalità (complessivamente più di 2000) queste giornate possano rappresentare una bella occasione per conoscere Trieste e la nostra storia e cultura. Cosolini ha anche illustrato all’Ammiraglio Williamson la rinnovata vocazione internazionale della città, contrassegnata da “centri di ricerca che accolgono scienziati e studiosi di tutto il mondo” e da “un porto che sta ritrovando la sua storica funzione di collegamento in particolare con i Paesi dell’Europa Centrale. Un ‘punto d’incontro’ dunque – ha detto il Sindaco – di merci, persone, idee che rilancerà Trieste così come la fece grande nel passato”. Al termine il tradizionale gradito scambio di doni, tra i quali lo stemma rossoalabardato della Città consegnato all’illustre ospite che non ha mancato di lasciare un proprio pensiero nel Libro d’Oro del Municipio».

Le navi del 2° gruppo NATO lasceranno il nostro porto lunedì mattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Navi militari a Trieste in missione NATO (FOTO)
TriestePrima è in caricamento