Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

NIMDVM, la solidarietà verso il Friuli devastato dal maltempo

Attraverso delle donazioni si potranno aiutare le popolazioni colpite dall'ondata di maltempo che la scorsa settimana ha travolto la nostra regione. Nel progetto la risistemazione di un sentiero del Parco Naturale delle Dolomiti friulane. Il Direttore Grava: "Ogni risorsa è preziosa"

Immagine dei danni provocati dal maltempo in Carnia e Friuli (archivio)

Il gruppo facebook di Trieste NIMDVM ha lanciato un progetto di solidarietà verso le popolazioni friulane colpite dall'ondata di maltempo che, la scorsa settimana, ha travolto la nostra regione. L'aiuto concreto si traduce in donazioni che i privati cittadini vorranno fare direttamente sul conto corrente dell'associazione, al fine di dare sostegno alle persone vittime delle avversità climatiche. 

L'appello del gruppo

"Tra le varie opzioni anche al fine di garantire sicurezza ai nostri sforzi anche economici - si legge nella nota - siamo entrati in contatto diretto e personale con il Presidente del Parco Naturale delle Dolomiti friulane, una perla delle nostre terre forse non adeguatamente conosciuta da tutti. L’area del Parco Naturale Dolomiti Friulane è molto estesa e comprende i territori montani di diversi Comuni (otto in Provincia di Pordenone e due in provincia di Udine). Il maltempo che ha colpito la Val Cellina e le valli limitrofe ha devastato il patrimonio boschivo e compromesso la viabilità di accesso di fondovalle al cuore del parco".

Il contributo e la risposta del Parco 

"Abbiamo, insieme alla dirigenza del Parco, pensato ad un nostro contributo per la risistemazione di un sentiero del parco, purtroppo uno dei tanti, distrutti dal maltempo". Gianandrea Grava, Presidente del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane ha dato risposta al gruppo triestino. “Dal punto di vista contabile, garantiamo un’apposita posta in entrata e uscita nel bilancio dell’Ente, a destinazione vincolata, e una puntuale rendicontazione di quanto realizzato. Ogni risorsa è preziosa e crediamo che il vostro gesto possa portare un grande beneficio al nostro ente, oltre che in termini economici, anche e soprattutto per la sensibilizzazione e la diffusione delle informazioni riguardanti il territorio del Parco e i suoi abitanti”.

"Ecco crediamo, come sempre nel nostro piccolo di aver scelto bene" conclude la nota. "Ora sta a voi. Come sempre i contributi che riterrete di dare potranno essere versati sul nostro conto, stavolta con causale “per Parco Dolomiti Friulane”. Fatevi del bene". 

Nell'immagine i dettagli su come effettuare una donazione

45643878_10217781089067279_7717231206349144064_n-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

NIMDVM, la solidarietà verso il Friuli devastato dal maltempo

TriestePrima è in caricamento