Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Polizia, continua la battaglia del Sap: «No al riordino delle carriere»

Continua la battaglia del SAP contro il "riordino delle carriere" proposto dal Governo in questi giorni. A tal proposito è stata indetta un'assemblea nella quale verranno illustrate le criticità e le motivazioni del secco no

«Da tre anni infatti il SAP è mobilitato affinché, dopo 20 anni di attesa, si trovino le risorse finanziarie e si arrivi ad un riordino che soddisfi le giuste aspettative dei colleghi. Nei giorni scorsi invece è stato presentato dal Governo un “non riordino” che di fatto è solo una riparametrazione e che oltre a non soddisfare per nulla, sta creando nella categoria dei forti malumori». Lo ha dichiarato Lorenzo Tamaro, Segretario Provinciale SAP, in una nota stampa.

La reazione del SAP è stata immediata, come precisa Tamaro: «Questa mattina il SAP ha distribuito capillarmente in tutti gli Uffici di Polizia della provincia di Trieste dei comunicati dove viene spiegato ai colleghi gli “effetti” di questo scellerato riordino e le ragioni della nostra contrarietà. È stata inoltre indetta un’assemblea nella giornata di mercoledì 8 marzo p.v. riservato a tutto il personale della provincia di Trieste e alla quale parteciperanno il Segretario Regionale FVG del SAP Olivo Comelli e il Segretario Provinciale del SAP di Trieste Lorenzo Tamaro, nel corso della quale verranno illustrate le criticità e le motivazioni di un secco no da parte del SAP a questo D.Lvo che a noi appare del tutto irricevibile».

«Un' occasione questa del riordino –conclude il segretario– che non andava né persa né tantomeno sprecata, ma che in questa maniera non può essere accettata. Una situazione che è lo specchio della scarsa considerazione e rispetto da parte del Governo nei confronti di una categoria, quella dei poliziotti, che attende anche il rinnovo del contratto da ben 8 anni, pur operando in un contesto storico ben complesso dove, terrorismo, immigrazione e criminalità sono temi di estrema attualità. L’iniziativa di oggi e di mercoledì prossimo rappresentano la continuazione e sicuramente non la conclusione di un percorso e di un’azione sindacale che perdura ormai da anni e che non intendiamo interrompere finché non sarà dato quanto spetta ai tutori dell’ordine».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia, continua la battaglia del Sap: «No al riordino delle carriere»

TriestePrima è in caricamento