Cronaca

Da oltre 5000 a circa 2000, dopo l'ultimatum i sanitari no vax in Fvg restano meno della metà

A confermarlo è stato il vicegovernatore con delega alla Sanità Riccardo Riccardi in occasione della vaccinazione dei giocatori della Triestina

Le lettere sono in viaggio e nei prossimi giorni arriveranno a destinazione. I sanitari che risultavano non essersi ancora vaccinati erano circa 5000 fino alla decisione, partita da Roma il 22 giugno scorso, di un loro possibile demansionamento. Ora, dopo lo spettro delle lettere e della possibile sospensione dal luogo di lavoro, la Regione Friuli Venezia Giulia, tramite il vicepresidente Riccardo Riccardi, fa sapere che i sanitari che non hanno ancora ricevuto una dose di vaccino sono rimasti in 2000. Un aumento (quello dei professionisti che si sono sottoposti a vaccino) di più della metà dei diretti interessati, con ogni probabilità preoccupati di fronte alle gravi conseguenze, anche e soprattutto dal punto di vista economico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da oltre 5000 a circa 2000, dopo l'ultimatum i sanitari no vax in Fvg restano meno della metà

TriestePrima è in caricamento