rotate-mobile
Intervento “superfluo”

Triestino non dà notizie alla ragazza, che allerta il Soccorso alpino

I soccorritori hanno trovato l’uomo all’interno della sua tenda, incredulo e in buona salute. Aveva avvertito la ragazza che sarebbe tornato il giorno dopo

Un trentenne triestino non dà notizie di sé alla fidanzata, che allerta il Soccorso alpino, e i soccorritori lo trovano all'interno di una tenda, incredulo e in buona salute. È successo oggi, domenica 5 marzo. L'uomo aveva avvisato la compagna che avrebbe trascorso qualche giorno da solo in montagna nella zona compresa tra il Cuel de la Bareta e la Val Cadramazzo e aveva in previsione di rientrare lunedì 6 marzo. La ragazza si è ugualmente preoccupata perché non aveva avuto un contatto telefonico con lui nella giornata odierna e ha chiamato il Nue112 (pur sapendo che la zona è scarsamente coperta dal servizio telefonico).

La Sores ha così avvertito la stazione di Moggio Udinese del Soccorso Alpino e Speleologico e la Guardia Finanza oltre all'elicottero della Protezione Civile. Uno dei soccorritori a bordo ha avvistato in Val Cadramazzo una tenda mimetica e così il pilota ha sbarcato la squadra sul Cuel de la Bareta. I soccorritori sono scesi a piedi fino alla tenda e hanno chiamato il nome dell'uomo che è uscito incredulo. Dispiaciuto per l'accaduto, il trentenne ha declinato l'invito dei soccorritori a scendere a valle, dal momento che stava bene, non aveva richiesto lui i soccorsi e il suo programma era proprio quello di trascorrere anche questa notte in montagna.

I soccorritori hanno ricordato che le previsioni meteo per lunedì 6 marzo annunciano piogge e hanno raccomandato al giovane di chiamare immediatamente la Guardia di Finanza l'indomani, non appena scenderà a valle a recuperare la sua automobile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triestino non dà notizie alla ragazza, che allerta il Soccorso alpino

TriestePrima è in caricamento