menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredito mesi fa a Valmaura, nonno paletta di nuovo nel "mirino" di una baby gang

Due giorni fa l'episodio in strada vecchia dell'Istria: "Erano in quattro e mi guardavano con aria di sfida. I genitori mi hanno rassicurato dicendomi che mi avrebbero protetto loro". Da quando è stato aggredito per tornare a casa fa un'altra strada. Polidori: "Non pensino di farla franca"

"Una volta passavo davanti al bar Lumiere ma da quando sono stato aggredito per tornare a casa preferisco fare un'altra strada. Se non fosse per il sorriso dei ragazzini che mi dà la forza per continuare avrei voglia di mollare tutto". A parlare è il nonno paletta aggredito da alcuni adolescenti all'inizio dell'anno nei pressi della scuola Rossetti di Valmaura e che, nel primo pomeriggio di due giorni fa, dopo l'atteggiamento "provocatorio" messo in atto nei suoi confronti da quattro minorenni, ha chiamato la Polizia Locale per un controllo.

Aggredito dal "branco": la notizia

La testimonianza: "Erano in quattro"

"Erano in quattro e mi guardavano con aria di sfida" racconta a TriestePrima l'anziano che da 18 anni aiuta le famiglie e gli studenti ad attraversare la strada e picchiato solo per aver ricordato ai ragazzi di indossare le mascherine. "Due ragazzine gemelle e altri due ragazzi, si sono messi contro il muro vicino ad un bar continuando a guardarmi male. E' stato un ispettore di polizia venuto a prendere la figlia a farmelo notare" questa la testimonianza. Da quando si è verificata l'aggressione, il nonno paletta ha paura che episodi come quello dell'inizio dell'anno possano ripetersi. "La Polizia locale mi ha detto che passeranno di continuo per verificare. Ringrazio anche i genitori dei bambini che mi hanno rassicurato dicendomi che mi avrebbero protetto loro". 

"Ti fanno del male anche se fai del bene"

Una vicenda le cui cause affonderebbero le radici, secondo l'anziano "anche nella responsabilità dei genitori. Sono ragazzi che alle spalle hanno vari precedenti per risse, motorini rubati e altro. Sono finiti del cesto delle mele marce ed è anche colpa del momento difficile che stanno vivendo a causa dell'emergenza ma è altrettanto vero che spesso i genitori se ne fregano. Spero che in queste settimane con le scuole chiuse si calmino, ma dubito. Purtroppo ti fanno del male anche se fai del bene". 

Sgominata la baby gang: beccati i minorenni responsabili dell'aggressione

Il commento del vicesindaco

"Fa rabbia venire a conoscenza di questo ennesimo episodio - commenta il vicesindaco e assessore alla Polizia Locale Paolo Polidori - ma evidentemente il problema è la percepita impunità nel continuare ad importunare le persone. La presenza delle forze di polizia municipali sarà massima e proprio per questo voglio lanciare un messaggio ai ragazzi: non si azzardino e non pensino di continuare a comportarsi in questa maniera, visto che reiterare un comportamento del genere questa volta non gli permetterebbe di passarla liscia". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento