Cronaca

Mare Nordest, 30 sub in acqua per l'ultima giornata della kermesse

Si è conlcuso con successo con una prospezione subacquea del Molo Audace “Mare Nordest” 2021, evento dedicato al mare la cui decima edizione, dal titolo “Il Mare che vorrei”, svoltasi in piazza dell’Unità d'Italia a Trieste, ha avuto come focus cultura ambientale e salvaguardia del mare.

Foto di Giuseppe D'Iglio

Si è concluso con successo con una prosepzione subacquea del Molo Audace “Mare Nordest” 2021, evento dedicato al mare la cui decima edizione, dal titolo “Il Mare che vorrei”, svoltasi in piazza dell’Unità d'Italia a Trieste, ha avuto come focus cultura ambientale e salvaguardia del mare. Nell’occasione è stata illustrata anche l’iniziativa aMare.fvg che vede in prima linea Comune di Trieste e Regione Autonoma Fvg. A chiudere in bellezza la manifestazione è stata stamattina la prospezione subacquea del Molo Audace con l'immersione di una trentina di sub e l'ultizzo di un drone per le riprese subacquee. La manifestazione, che si propone come punto di riferimento delle attività per il mare, sul mare e del mare dell'intero Nordest giunta alla decima edizione, ha visto lo svolgimento di incontri, conferenze, presentazioni, mostre e momenti di intrattenimento e sport in grado di incontrare il gusto di un pubblico di tutte le età, a cominciare dagli studenti a cui si rivolgeva con particolare attenzione.

Ideato e organizzato da Mare Nordest S.S.D.a R.L., società sportiva locale che si batte per un mare più pulito, con il patrocinio del Comune di Trieste e della Presidenza della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, l'evento da un decennio si pone infatti l’obiettivo di rappresentare un preciso punto di riferimento della cultura del mare e delle attività correlate, dal punto di vista economico, occupazionale, scientifico e turistico dell'intero Nord Est Adriatico unendo istituzioni, professionisti, ricercatori e soggetti che vantano un profondo legame con il Mare e trova in Trieste la sua sede naturale.

I general manager della società sportiva Mare Nordest, Roberto Bolelli ed Edoardo Nattelli, nel ricordare innanzitutto il grande lavoro da parte di tutto lo staff e rivolgendo quindi un sincero ringraziamento a Tiziana Tassan, Paolo Melis, Monica Rana e Manuela Rizzo, esprimono la loro soddisfazione per l'evento appena concluso e ringraziano sentitamente le istituzioni, i partner scientifici, i media partner e tutti gli organi di stampa e comunicazione, i relatori e tutti i collaboratori e i volontari intervenuti durante questi tre giorni intensi e ricchi di contenuti. "Con questa decima edizione di Mare Nordest -hanno dichiarato - abbiamo voluto confermare il grande valore scientifico, storico e culturale alla base di tutte le nostre iniziative per rispondere alle esigenze di un pubblico e di una società civile sempre più consapevole ed esigente su temi come la cultura e la salvaguardia del mare".

"Desideriamo altresì anticipare quelle esigenze, facendoci promotori di un cambiamento profondo e continuativo che miri alla salvaguardia fattiva dei nostri mari, ponendoci come precursori di una concezione di sostenibilità che valorizzi il potenziale attuale e futuro della nostra città come ad esempio lo scuttling sarebbe in grado di fare. Auspichiamo pertanto che questo progetto possa trovare una piena conferma nel futuro, insieme a tutte le altre nostre iniziative".

Oggi, a conclusione dei lavori, in collaborazione con l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, ASI Sub e i volontari di diverse associazioni e circoli subacquei, è stata eseguita una prospezione subacquea dell’area prospiciente il Molo Audace di Trieste, al fine di consentire la rilevazione e l'aggiornamento della situazione esistente con un intento di carattere didattico e sportivo. L’attività e “La Storia del Molo Audace” erano state precedentemente presentate nel corso di un simposio da Enrico Torlo, del presidente CST Circolo Sommozzatori Trieste e dal geologo Paolo Marsich del CST Circolo Sommozzatori Trieste. Come ulteriore messaggio di attenzione verso il mondo marino, sabato 18 settembre alle 10 nello spazio acqueo prospiciente la Società nautica e di pesca sportiva Sacheta, è prevista, a corollario e completamento della manifestazione l'ormai tradizionale "Pulizia dei Fondali" con la realizzazione della VI edizione dell’Operazione “Clean Water”, coordinate dal Clean Water Project Manager Paolo Melis e affiancata da dimostrazioni di salvataggio in mare con l'ausilio di unità cinofile dei Cani Salvataggio Trieste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mare Nordest, 30 sub in acqua per l'ultima giornata della kermesse

TriestePrima è in caricamento