Notte dei saldi: tutti i provvedimenti di viabilità

Sabato 1° agosto torna la Notte dei saldi con la prevista apertura straordinaria degli esercizi commerciali a partire dalle ore 15.00 fino alle 01.00 del 2 agosto. Nell'articolo i provvedimenti di viabilità istituiti dal Comune

Foto Luca Zuliani

Sabato 1° agosto, in occasione della Notte dei Saldi, con la prevista apertura straordinaria degli esercizi commerciali a partire dalle ore 15.00 fino alle 01.00 del 2 agosto, sono stati istituiti dei provvedimenti di viabilità, nello specifico: il divieto di sosta e fermata con rimozione in Corso Italia (ambo i lati), via Imbriani (ambo i lati), via San Lazzaro, tra l'inizio dell'Area pedonale e la via Valdirivo (ambo i lati), via della Zonta, nel tratto compreso tra via Paganini e via di Torrebianca (ambo i lati), via Diaz, nel tratto compreso tra Mercato Vecchio e via dell'Annunziata (ambo i lati), via Cadorna, nel tratto compreso tra via Felice Venezian e via Mercato Vecchio (ambo i lati), via di Cavana, nel tratto compreso tra via Felice Venezian e via Madonna del Mare (ambo i lati), via Madonna del Mare, nel tratto compreso tra via di Cavana e via del Bastione (ambo i lati). Inoltre, è stato istituito il divieto di transito per tutti i veicoli, dalle ore 19.00 del 1° agosto dino alle 01.00 del 2 agosto, in: via Mazzini nel tratto compreso tra le Rive e piazza Goldoni; − Piazza della Repubblica; − via Roma nel tratto compreso tra via Machiavelli e Corso Italia; − via Imbriani nel tratto compreso tra Corso Italia e piazza San Giovanni; − via Reti limitatamente alla corsia riservata al TPL; − via Genova nel tratto compreso tra via Roma e le Rive; − piazza Tommaseo: − via Canalpiccolo; − piazza della Borsa; − Corso Italia: − via Diaz nel tratto compreso tra Mercato Vecchio e via dell’Annunziata; − via Cadorna nel tratto compreso tra via Felice Venezian e via Mercato Vecchio: − via di Cavana nel tratto compreso tra via Felice Venezian e via Madonna del Mare; − via Madonna del Mare nel tratto compreso tra via di Cavana e via del Bastione; − via San Lazzaro (tra l’inizio dell’Area Pedonale e la via Valdirivo); − via della Zonta nel tratto compreso tra via Paganini e via di Torre Bianca; − via del Lazzaretto Vecchio, nel tratto di 80 metri circa compreso tra l’intersezione con via degli Argento e l’intersezione con piazza Venezia (anticipazione chiusura già prevista con ordinanza n. 473-20 dd. 20.07.2020).

Fermate temporanee riservate alla TPL

Sempre dalle ore 19.00 di sabato fino alle 01.00 di domenica, saranno posizionate due fermate temporanee riservate alla TPLFVG Scral (ex Trieste Trasporti) in via Valdirivo: una in corrispondenza dell’isolato compreso tra via Carducci e via Mercadante, lungo il fronte dell’edificio civico 40, a partire da circa 30 ml dall’intersezione con via Carducci, e l’altra in corrispondenza dell’isolato compreso tra via Roma e via Trento, lungo il fronte degli edifici civici 14 e 16. Inoltre, occorre provvedere almeno quarantotto ore prima dell’inizio della manifestazione, proprie cure e spese, all’installazione, in corrispondenza delle strade interessate dai provvedimenti disposti dalla presente Ordinanza, di tutta la necessaria segnaletica prevista dal Regolamento di Attuazione e di Esecuzione del Nuovo Codice della Strada approvato con D.P.R. n. 495 di data 16.12.1992 e successive modifiche ed integrazioni.

La segnaletica

Gli eventuali segnali di divieto di sosta dovranno essere integrati dal pannello di rimozione mentre per i segnali di divieto di fermata il pannello integrativo di rimozione non sarà necessario. Sul retro dei segnali dovrà essere apposto numero e data dell'ordinanza e sugli stessi dovrà venir chiaramente indicata la data di inizio e fine del divieto. La segnaletica provvisoria dovrà essere dimensionata in ragione della grandezza dell'occupazione e dovrà essere posizionata come segue: − fino a 20 m. 2 segnali: un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di inizio divieto (Modello II 5/a1) ed un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di fine divieto (Modello II 5/a3). − Da 20 a 50 m. 3 segnali: un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di inizio divieto (Modello II 5/a1), un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo continua (Modello II 5/a2), un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di fine divieto (Modello II 5/a3). − Da 50 a 100 m. 5 segnali: un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di inizio divieto (Modello II 5/a1), tre cartelli di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo continua (Modello II 5/a2), un cartello di divieto di fermata/sosta con pannello integrativo di fine divieto (Modello II 5/a3).

La documentazione da inviare

Una volta posizionata la segnaletica, il richiedente dovrà scattare una foto per ogni cartello posizionato ed una panoramica della zona interessata dai lavori in cui siano ben visibili tutti i cartelli. 2. di inoltrare la documentazione fotografica indicata al precedente punto 1. via mail, con congruo anticipo e comunque almeno 48 ore prima dell'inizio dei lavori, al Nucleo Servizi Centrali della POLIZIA LOCALE all'indirizzo: plts.ordlavori@comune.trieste.it. La comunicazione dovrà contenere all'interno dell'oggetto il numero dell’Ordinanza Temporanea in Linea di Viabilità, la località e la data di inizio del divieto di sosta, nel testo verranno indicati i numeri civici della località interessata dal divieto (dal civico n. al civico n.), il nominativo del richiedente/ditta ed il relativo recapito telefonico ed infine le date presunte di inizio e fine lavori. La POLIZIA LOCALE risponderà via mail dando conferma della correttezza del posizionamento della segnaletica e in caso di carenze verranno chieste le opportune integrazioni.

Per estensioni maggiori di 100 m

Per estensioni maggiori di 100 m. la segnaletica verrà verificata direttamente da personale della POLIZIA LOCALE previo richiesta al medesimo indirizzo mail da inviarsi con le stesse modalità sopra elencate fatta eccezione per la documentazione fotografica che non sarà necessaria. 3. di comunicare tramite mail al DIPARTIMENTO TERRITORIO, ECONOMIA, AMBIENTE E MOBILITA (ufficio.tecnico.traffico@comune.trieste.it), le date di apposizione della prescritta segnaletica e dell’inizio effettivo dei lavori; 4. di attuare un adeguato servizio di controllo affinché la segnaletica stradale sia sempre in efficienza, in particolare durante le ore notturne dotandola dei prescritti segnali luminosi; 5. di provvedere, ultimato l’intervento di cui in premessa, al ripristino della segnaletica orizzontale e verticale preesistente, dandone comunicazione a tramite mail ufficio.tecnico.traffico@comune.trieste.it) al DIPARTIMENTO TERRITORIO, ECONOMIA, AMBIENTE E MOBILITA.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento