rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Piazza della Libertà

Weekend all'addiaccio in Stazione per una famiglia romena con una neonata

Il caso ci è stato segnalato dalla lettrice Sara Cechet: la famiglia era diretta verso il paese d'origine, ma il furgone era stato sottoposto a fermo. Particolare preoccupazione aveva destato la bambina a cui è stato permesso di dormire all'interno della Stazione con la mamma

Weekend di apprensione per una famiglia romena di dieci persone, in particolare per la figlia di appena 6 mesi, che ha passato le notti all'addiaccio fuori dalla Stazione centrale. La notizia ce l'ha riportata la nostra lettrice Sara Cechet che ha preso a cuore la vicenda, contattando anche le forze dell'ordine che, complice anche la burocrazia bloccata per il fine settimana, hanno fatto il possibile per venire in contro alle esigenze della famiglia, ma non hanno potuto evitare i disagi.

«Si trattava di persone regolari (non clandestini) che passavano per Trieste andando verso la Romania col loro furgone. Il mezzo era stato multato al confine dai carabinieri e si trovava al deposito - ci aveva spiegato la nostra lettrice; informazioni poi confermate dalle autorità -. Finché la famiglia non avesse pagato la sanzione ovviamente non sarebbe potuta ripartire. Ho poi scoperto che in un secondo momento sono stati accompagnati alla Stazione. La neonata aveva una brutta tosse e per quanto ho potuto ho portato loro coperte, abiti caldi, un sacco a pelo e del cibo, ma resto sconcertata dalle risposte - per quanto gentili - che ho ricevuto dalle autorità, che peraltro erano estremamente presenti nella zona della stazione la sera del sabato, impegnati a fermare i veicoli per gli alcol test e i controlli che si fanno in questi casi».

Stando a quanto ci hanno riferito le autorità, il padre era nelle condizioni economiche per poter pagare un alloggio per lui e gli altri nove componenti della famiglia, ma si sono rifiutati di «sprecare i loro soldi in questo modo». Così sono rimasti nella Stazione che però chiude dalle 24 alle 5 del mattino: «Sono personalmente passata in Stazione - continua a raccontare Cechet -: grazie all'intervento dei poliziotti della Polfer che erano di turno, alla madre e alla bimba è stato permesso di restare all'interno della stazione, mentre il resto della famiglia dormiva fuori». 

La famiglia ha infine ricevuto i soldi che aspettava per pagare la sanzione e sbloccare il furgone e sono ripartiti alla volta del loro paese d'origine.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend all'addiaccio in Stazione per una famiglia romena con una neonata

TriestePrima è in caricamento