Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Nucleare Krsko, Ziberna (Pdl): «un Gravissmo Rischio vicino a noi, ma Assoluto Disinteresse della Presidente Serracchiani»

Il vice capogruppo vicecapogruppo consiliare regionale del Pdl Rodolfo Ziberna manifesta le sue paure alla Giunta «Da trent'anni la vita della centrale nucleare di Krsko è costellata di incidenti, piů o meno gravi, mentre il Governo sloveno...

Il vice capogruppo vicecapogruppo consiliare regionale del Pdl Rodolfo Ziberna manifesta le sue paure alla Giunta

«Da trent'anni la vita della centrale nucleare di Krsko è costellata di incidenti, pi? o meno gravi, mentre il Governo sloveno rimane sempre reticente sulle sue reali condizioni di rischio. Ultimi, ma solo in ordine di tempo, sono i non meglio precisati danni di natura meccanica ad alcune barre di carburante nucleare contenute in tre elementi di combustibile del reattore, durante i lavori di manutenzione iniziati i primi di ottobre, che sarebbero dovuti finire a inizio novembre, ma che ora dovrebbero prolungarsi proprio a causa degli ultimi problemi». A intervenire sulla questione è il vicecapogruppo consiliare regionale del Pdl Rodolfo Ziberna attraverso un'interpellanza alla Giunta.

«Sono sconcertato - affermato Ziberna - dall'assoluto disinteresse che la presidente Serracchiani dimostra anche verso questi problemi, troppo occupata nelle sue comparsate televisive e pranzi con Renzi che nulla interessano ai nostri cittadini, i quali sono invece assai preoccupati dalla vicinanza della centrale di Krsko (139 km da Trieste e 146 da Gorizia). John H. Large, fra i massimi esperti mondiali di tecnologia nucleare, considera questo incidente un problema molto serio, ma evidentemente la nostra presidente è stata confortata dall'Università di Ballarò».

«Diversamente dalla Giunta regionale - ha aggiunto Rodolfo Ziberna - sono anche preoccupato da uno studio svolto dall'Istituto francese sulla sicurezza nucleare, commissionato e subito secretato proprio dalla società che gestisce la centrale, in funzione del progetto di raddoppio della medesima, che avrebbe evidenziato, secondo quanto riportato dalla stampa, un elevato rischio sismico nella zona di Krsko, perciò con parere contrario all'insediamento di una nuova centrale adiacente».

«Non ho una contrarietà pregiudiziale all'energia nucleare - precisa Ziberna - anzi condivido, se le condizioni di sicurezza lo consentiranno, una partership nella gestione della centrale per assicurare alla nostra regione energia a costi pi? contenuti, in linea con quelli degli altri Paesi europei, ritenendo questo un elemento di freno della nostra economia».

Ecco le ragioni per cui il vicecapogruppo consiliare Pdl sollecita alla presidente Serracchiani la presenza di esperti italiani capaci di valutare il grado di rischio della centrale e la invita a pretendere dal Governo sloveno e croato che lo studio francese venga divulgato integralmente.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nucleare Krsko, Ziberna (Pdl): «un Gravissmo Rischio vicino a noi, ma Assoluto Disinteresse della Presidente Serracchiani»

TriestePrima è in caricamento