Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Numero unico emergenze, Polizia Ugl: «La centrale dovrebbe essere provincializzata»

Le dichiarazioni del segretario provinciale Ugl Polizia di Stato Alessio Edoardo riguardo al NUE, il numero unico emergenze

«Dopo il black out del 24 aprile e raccolte le tante lamentele, anche di personale qualificato e del settore, credo che sia opportuno dare un colpo di timone a una idea, nata positivamente ma sviluppata male, a nostro avviso –afferma il segretario provinciale Ugl Polizia di Stato Alessio Edoardo– bisogna, quanto prima, rivedere le modalità di lavoro del NUE, ci vogliono troppi passaggi per avere soccorso con l'assurdità di dover ripetere anche più delle sicure due volte i propri dati e la situazione di emergenza, creando dei gravi ritardi ai soccorsi».

Continua il segretario provinciale: «Secondo noi l' idea è sostenibile se si cambiano le modalità: intanto la composizione del l'equipe di risposta al telefono dovrebbe essere composta da esperti del settore, Poliziotti, Carabinieri, Finanzieri, Vigili del fuoco e sopratutto infermieri professionali, dopodiché la centrale dovrebbe essere provincializzata e non regionale, in modo da saltare un passaggio, ma sopratutto per la conoscenza del territorio che è una peculiarità essenziale per la buona riuscita degli interventi».

Conclude il segretario: «Non vogliamo insegnare il lavoro a nessuno, ma mi sembra chiaro che la regione, seguendo anche le esperienze negative delle altre regioni sperimentali, non è riuscita a dare quanto era nelle loro volontà; si può e si deve migliorare un servizio essenziale per la comunità e la nostra esperienza speriamo venga ascoltata».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Numero unico emergenze, Polizia Ugl: «La centrale dovrebbe essere provincializzata»

TriestePrima è in caricamento