Le nuove tariffe idriche spiegate da AcegasApsAmga

AcegasApsAmga ha specificato che veràà utilizzato un criterio unico di applicazione della nuova tariffa procapite per le famiglie in tutto il territorio. Tutti i dettagli su come funzioneranno

In relazione all’applicazione in Friuli Venezia Giulia delle nuove tariffe idriche determinate dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (Arera), AcegasApsAmga ha positivamente accolto le linee guida espresse ieri dall’Autorità Unica per i Servizi Idrici e i Rifiuti (Ausir) nel corso dell’incontro con tutti i gestori della Regione. Durante tale incontro è stata condivisa l’adozione di un criterio unico di applicazione della nuova tariffa procapite per le famiglie in tutto il territorio. In ragione di ciò AcegasApsAmga, ha deciso di non applicare, ai fini della fatturazione dei consumi idrici, le autodichiarazioni relative a nuclei familiari inferiori a 3 componenti, che con la nuova tariffa (che assegna una quantità d’acqua a tariffa agevolata per ogni componente del nucleo familiare) avrebbero potuto, teoricamente, subire rincari. Dunque, con un’ottica di piena tutela e maggior favore dei cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In attesa di ulteriori indicazioni da parte del Regolatore, e come già in precedenza comunicato, continueranno comunque a essere accolte le dichiarazioni relative al numero dei componenti, utilizzando però, ai fini della fatturazione, le sole dichiarazioni che riportano un numero di componenti maggiore o uguale a 3. Dunque, nel caso di dichiarazioni con 1 o 2 componenti nel nucleo familiare, la fatturazione sarà conteggiata applicando le quote agevolate sulla base dei 3 componenti standard (in continuità con il passato). In tal modo le quantità di metri cubi a tariffa agevolata saranno 72 anziché 24, per un componente, o 48 per due. Le utenze alle quali è stato già applicato in bolletta il numero di 1 o 2 componenti, saranno prossimamente oggetto di riconteggio considerando 3 componenti, con conseguente conguaglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

Torna su
TriestePrima è in caricamento