Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Nuove norme cani sui bus, l'Avvocato: «Illegittima la nota della Trieste Trasporti»

Intervento dell'avvocato Patrizia Di Lorenzo, esperta di tutela legale del benessere animale: «Da oggi i cani hanno diritto di salire sui mezzi pubblici alle condizioni indicate nell'articolo 21 della LEGGE REGIONALE 20/12 come modificato dalla Legge Regionale 5/15!»

cani

«Da oggi i cani hanno il diritto di salire sui mezzi pubblici alle condizioni indicate nell'articolo 21 della LEGGE REGIONALE 20/12 come modificato dalla Legge Regionale 5/15!»  È quanto sostiene l'avvocato Patrizia Di Lorenzo commentando la pubblicazione nota della Trieste Trasporti che ieri sera aveva annunciato sul suo sito internet il rinvio a fine mese della regolamentazione dell'accesso dei cani. 

«Premesso che essere conduttori di cani - spiega l'Avvocato - , in particolare, impone obblighi, prima che diritti, in primis quello di CONOSCERE L'ANIMALE CANE, con tutte le implicazioni del caso, e poi quello di rispettare e conoscere tutte le normative che lo riguardano, ma non si può cercare di prevaricare i diritti dei cittadini pubblicando una nota su un sito poco frequentato ad ora tarda! In questi giorni ho cercato di fare opera di informazione proprio per preparare i cittadini; i funzionari regionali che hanno lavorato sulla legge hanno fatto un lavoro certosino, proponendo una norma degna di una regione civile, é stato bravo l'assessore e bravi sono i stati i politici che coesi, hanno votato all'unanimità sia in terza Commissione che in Consiglio Regionale. Ritengo che un funzionario non abbia il potere di derogare ad una legge. Inoltre non capisco perchè, se (come ho letto sul quotidiano locale)  l'unica a lamentarsi era la Trieste Traporti, la deroga dovrebbe riguardare tutte le Provincie, quindi anche le Aziende che non avevano chiesto deroghe. Io non mi faccio prendere in giro ed agirò in ogni opportuna sede per impedire abusi vergognosi».

«Nel comunicato della Trieste Trasporti - continua l'avvocato -  non vengono indicati il numero di Protocollo della nota, il nome del responsabile del procedimento della Regione FVG firmatario della detta nota, il nome del funzionario della Trieste trasporti firmatario del patrizia di lorenzo-2comunicato pubblicato. L'art. 21 della Legge Regionale, inoltre ,  non demanda all'eventuale regolamento di cui all'articolo 36 l'applicazione della norma, che andrà inderogabilmente in vigore dal 02.04.2015»

«L'art. 21 sopra citato - spiega l'avvocato Di Lorenzo -  ha implicitamente abrogato le parti del Regolamento della TT in contrasto con la L.R.: qualora la Trieste Trasporti intendesse aggiornare il Regolamento in senso migliorativo per l'utenza, e ci si dichiara sin d'ora disponibili a collaborare ad un tanto, potrà farlo, ma nel frattempo non potrà limitare in nessun modo i diritti dell'utenza, ravvisandosi in detta limitazione estremi di reato».

«Ho mandato PEC  di diffida alla Trieste Trasporti alla direzione Regionale dei Trasporti ed alla Direzione Regionale della Sanità - sottolinea l'avvocato - , come cittadina ed anche come abbonata alla Trieste Trasporti, diffidando i responsabili o chi per loro  ad attuare deroghe illegittime all'inderogabile entrata in vigore della Legge ed a sanzionare gli utenti che si avvarranno della normativa vigente. In difetto si agirà in ogni opportuna sede, anche Giudiziaria».

«Se persone verrano sanzionate od allontanate dai bus - ci tiene a precisare l'Avvocato - queste dovranno tutelare i propri diritti nelle opportune sedi,  e, se verrò limitata nei miei diritti legittimi presenterò denuncia querela presso la Procura della Repubblica per abuso d'ufficio, interruzione del servizio pubblico, esercizio arbitrario delle proprie ragioni e violenza privata».

»Da ultimo - conclude -  trovo che la nota della Trieste Trasporti, che parrebbe conseguire da altra nota di un funzionario regionale, vada a delegittimare l'operato dell'Assemblea Regionale, creando inoltre un grave danno d'immagine alla Amministrazione in carica».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove norme cani sui bus, l'Avvocato: «Illegittima la nota della Trieste Trasporti»

TriestePrima è in caricamento