Cronaca Via dei Macelli

I centri civici tornano cinque: Lobianco punta ad aprirne uno a Valmaura

Già individuata la struttura ed effettuato il sopralluogo (dagli assessori Lobianco, servizi al cittadino, e Lodi, lavori pubblici) in via Macelli, nell'ex deposito della Trieste Trasporti

La scorsa settimana si è riunita la Prima commissione del Comune di Trieste, presieduta da Antonio Lippolis, con all'ordine del giorno lo stato dell'arte dei centri civici e le prospettive future. È intervenuto l'assessore Michele Lobianco, che detiene appunto la delega dei servizi al cittadino e al personale, che accompagnato dalla dottoressa Ghirardi ha snocciolato i dati dal 1 gennaio di quest'anno.

I centri civici in funzione a Trieste sono 4 (dopo la recente chiusura di quello di via Giotto): Teatro Romano, Via Locchi, Opicina, Prosecco. I certificati vari richiesti dall'inizio dell'anno sono stati 52.500, le carte d'identità 14.000 circa, delle quali elettroniche 3.600; mentre i cambi di indirizzo sono stati circa 4.000.

Oltre a snocciolare dati, è stata manifestata l'intenzione di questa Amministrazione, in prospettiva futura, di aprire un quinto centro civico in via Macelli: «Andrebbe a servire tutta la parte di Valmaura, Chiarbola e Borgo San Sergio che al momento sono "tagliate fuori" - spiega Michele Lobianco -. Inoltre è un punto strategico con parcheggi ed è servita molto bene dagli autobus. Con l'assessore ai Lavori pubblici Lodi abbiamo effettuato un sopralluogo per poi avviare i lavori per la trasformazione degli spazi (dell'ex deposito della Trieste Trasporti, ndr): lo sforzo sarà anche quello di rreperire il personale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I centri civici tornano cinque: Lobianco punta ad aprirne uno a Valmaura

TriestePrima è in caricamento