Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Visite parenti e amici per Pasqua e Pasquetta: tornano le regole come a Natale

Anche in Friuli Venezia Giulia si va verso una delle settimane definite "decisive" da parte del governo nella lotta al coronavirus. Nell'articolo quello che si può fare il sabato, la domenica e il lunedì di Pasqua

Il fine settimana di Pasqua tutta l'Italia sarà in zona rossa. Il lockdown generale, che manterrà il coprifuoco, lo spostamento tra le regioni e la chiusura di buona parte delle attività commerciali, vedrà però alcune concessioni soprattutto in merito alle visite a parenti e amici. Anche in Friuli Venezia Giulia dunque si va verso una delle settimane definite "decisive" da parte del governo nella lotta al coronavirus.

Secondo quanto stabilito dal decreto legge in vigore dal 6 marzo, nei giorni 3, 4 e 5 aprile tutta la penisola italiana diventerà zona rossa: Pasqua e Pasquetta (4 e 5 aprile ndr) - sulla scia di quanto successo a Natale - avranno regole, divieti e restrizioni in giorni festivi e prefestivi per arginare la diffusione del Covid-19. Ma quali sono?

Ecco le regole principali 

1) Il coprifuoco resterà invariato tra le 22 e le 5, salvo motivi di lavoro, di salute o urgenze, da giustificare con l'autocertificazione.

2) Rimane in vigore il divieto di spostamento tra le regioni. Sarà possibile spostarsi dalla regione di residenza solo per motivi di lavoro, di salute o per urgenze. In questo caso, gli spostamenti vanno giustificati con l'autocertificazione.

3) Concesse visite a parenti e amici ma solo verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, nei limiti di due persone ulteriori (esclusi minori di 14 anni, disabili o persone non autosufficienti conviventi) rispetto a quelle che già vivono lì. 

Attività in zona rossa

In zona rossa sono chiusi i negozi di abbigliamento, calzature e gioiellerie. Stop ai mercati, salvo la vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici. Fermi anche parrucchieri, barbieri e centri estetici. Restano aperti i negozi che vendono alimentari. In zona arancione non sono previste limitazioni alle categorie di prodotti acquistabili.

Nei festivi e prefestivi sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all'interno dei mercati e dei centri commerciali. Impossibile mangiare fuori o bere un caffè all'interno di un bar nelle regioni in zona rossa: queste attività sono infatti chiuse al pubblico. Resta sempre possibile l’asporto o la consegna a domicilio. Per i bar l’asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18, per le enoteche e i ristoranti fino alle 22. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visite parenti e amici per Pasqua e Pasquetta: tornano le regole come a Natale

TriestePrima è in caricamento