menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Solidarietà Trieste Onlus dona un nuovo defibrillatore alla Caritas

Sarà installato presso la sede del Teresiano di via dell’Istria. Si stima che in Italia ci siano circa 60mila casi di arresto cardiaco improvviso all'anno, una media più alta rispetto al resto d'Italia

Solidarietà Trieste ONLUS, associazione promossa dall’Associazione Industriali della Provincia di Trieste, rende disponibile un defibrillatore di ultima generazione a favore di CARITAS Trieste, per l’installazione presso la sede del Teresiano di via dell’Istria, sede in cui transitano quotidianamente centinaia di persone tra ospiti e utenti della mensa.

Solidarietà Trieste

Nata nel 1999, Solidarietà collabora costantemente con Associazioni locali, per promuovere e divulgare la loro attività e supportare specifici eventi o progetti, ed in particolare da anni sostiene varie iniziative della Caritas, come ad esempio l’Emporio della Solidarietà, supermercato ubicato a Trieste in via Chiadino 2 (sede dell’ex Teatro della Parrocchia Beata Vergine delle Grazie di Trieste) destinato ad aiutare famiglie temporanea difficoltà, che possono ritirare generi di prima necessità, alimentari e per l’igiene della casa e della persona, compresi quelli per neonati. 

Quest’anno Solidarietà Trieste ha individuato quale obiettivo il supporto alla lotta alle malattie cardiache, che oggi rappresentano la seconda causa di morte delle persone adulte: la sensibilità e l’attenzione a tale problematica è presente anche a livello nazionale, con la recente approvazione all’unanimità, da parte della Camera dei Deputati, di una proposta di legge per favorire la diffusione dei defibrillatori anche in ambienti extraospedalieri, come gli scali e i mezzi di trasporto aerei, ferroviari e marittimi. 

Una regione "A rischio"

Secondo l'IRC - Italian Resuscitation Council e l'EGAS FVG, si stima che in Italia ci siano circa 60.000 casi di arresto cardiaco improvviso all'anno: di questi solo il 3% delle persone colpite sopravvive. L'84% degli arresti cardiaci avviene fuori dagli ambienti ospedalieri e se chi è presente all'evento intervenisse, la probabilità di sopravvivenza si alzerebbe al 25-30%. Purtroppo solo nel 15% dei casi vengono avviate tempestivamente le operazioni di rianimazione (massaggio cardiaco - CRP e utilizzo del DAE). Potenzialmente, quindi, la diffusione dei DAE potrebbe salvare ben 12/15.000 persone.

In Friuli Venezia Giulia, la media degli arresti cardiaci è più alta rispetto al resto d'Italia (0,95 casi ogni 1000 abitanti contro i 0,68 casi su 1000 abitanti della media nazionale), ma in compenso la percentuale di sopravvivenza è migliore assestandosi al 6,7% grazie alla discreta presenza di persone formate e di DAE: alla data sono circa 2000-2500 i defibrillatori esistenti, anche se per fortuna il è in crescita ed in corso di aggiornamento da parte dell'Azienda Sanitaria Regionale.

Il defibrillatore semi - automatico

Solidarietà TS ha individuato sul mercato un modello di defibrillatore semi-automatico, in grado anche di collegarsi via internet per garantire un costante controllo di funzionamento. Caritas Trieste ha dichiarato di apprezzare molto la donazione, che consentirà di attrezzare la sede attualmente maggiormente utilizzata, rappresentata dal Comprensorio della Casa di Accoglienza “Teresiano”, del Refettorio “Giorgia Monti” e del Centro diurno “La Tenda”, siti in via dell’Istria n. 71 e n. 73.

Tali strutture ospitano quotidianamente oltre un centinaio di utilizzatori, tra residenti e accessi alla mensa, per un totale di oltre 20.000 presenze all’anno: la presenza di un defibrillatore, oltre che del personale opportunamente formato, rappresenta un miglioramento significativo della sicurezza sanitaria del complesso.

La consegna è avvenuta presso la sede di Confindustria VG, in piazza Casali, alla presenza del Presidente di Solidarietà Trieste Felice Bragoni, del direttore della Caritas don Alessandro Amodeo e dei rappresentanti della società MetLife, fornitrice del dispositivo e dai rappresentanti di Confindustria Venezia Giulia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento