menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo Piano del Traffico; Pedonalizzate la Parte Alta di via Mazzini, quella Bassa di via Settefontane. Aree Pedonali anche a Roiano e nelle Periferie

E’ stata presentata ufficialmente questa sera (lunedì 6 febbraio) nel corso di un affollato pubblico incontro, svoltosi nell’auditorium del Civico Museo Revoltella di via Diaz 27, la nuova bozza del Piano Generale del Traffico Urbano approvata...

E' stata presentata ufficialmente questa sera (lunedì 6 febbraio) nel corso di un affollato pubblico incontro, svoltosi nell'auditorium del Civico Museo Revoltella di via Diaz 27, la nuova bozza del Piano Generale del Traffico Urbano approvata dalla giunta comunale di Trieste.

Il sindaco Roberto Cosolini, l'assessore ai Lavori pubblici, Urbanistica e Traffico Elena Marchigiani e il direttore del Servizio Mobilità e Traffico Giulio Bernetti -presenti anche il vicesindaco Fabiana Martini e gli assessori Fabio Omero, Antonella Grim ed Elena Pellaschiar- hanno illustrato le principali caratteristiche della nuova bozza del Piano del Traffico.

Piano che punta a favorire il trasporto pubblico locale, l'estensione della rete delle piste ciclabili, sperimentando la progressiva introduzione del bike sharing e l'estensione delle pedonalizzazioni in centro e nelle periferie, oltre ad una migliore fruizione dei parcheggi di cintura.

Il processo di approvazione del piano punta alla massima partecipazione e al coinvolgimento delle categorie interessate, ad agevolare la mobilità pedonale e quella dei mezzi pubblici (incrementando le corsie preferenziali per i bus sulle principali dorsali) ma anche migliorando quelle situazioni critiche legate alla circolazione degli automezzi privati. Il Piano punta inoltre a ridurre l'inquinamento atmosferico ed acustico e a realizzare un netto miglioramento della sicurezza stradale in assi caratterizzati da particolare criticità (via Giulia, Via Brigata Casale, via Flavia, viale Miramare, via Valerio ecc.)

"Oggi -ha spiegato l'assessore Elena Marchigiani- iniziamo a proporre la prima bozza del Piano del Traffico Urbano, strumento che regola i modi di muoversi all'interno della città, lavorando con strutture e parcheggi che già esistono, senza prevedere nuove infrastrutture". Il nuovo Piano -che andrà a sostituire quello risalente al 1998- sarà sottoposto alla valutazione ambientale strategica, ci saranno cioè 90 giorni per realizzare la partecipazione e le consultazioni (con incontri nelle e con le circoscrizioni e con i diversi gruppi d'interesse) per arrivare all'approvazione entro il settembre di quest'anno.

"La filosofia di fondo -ha detto il sindaco Roberto Cosolini- è di ricercare la coerenza di questo Piano con gli altri strumenti di pianificazione del territorio a partire delle direttive del Piano regolatore. Si va nella direzione di una città più moderna, più vivibile per i cittadini e più attrattiva per il turisti, con scelte che vanno verso il miglioramento del vivere urbano". "E' un Piano che, seppur con gradualità, va verso l'intensificazione della mobilità pedonale, ciclabile e del trasporto pubblico". "L'obiettivo -ha concluso il sindaco- è di arrivare ad una città più bella e più funzionale, in grado di rilanciare anche pezzi importanti della sua economia come il commercio e il turismo. Una città che sia anche più pulita e libera dall'inquinamento e dal traffico".

Tra le principali caratteristiche della bozza del Piano del Traffico viene previsto un aumento del 60% delle aree pedonali, con la pendonalizzazione ad esempio del Borgo Teresiano, della parte alta di via Mazzini a partire da via Roma, della parte bassa di via Settefontane, ma anche di parte della via di Roiano oltre che di parti di zone periferiche come Opicina, Basovizza e San Giovanni. Le corsie riservate ai bus raddoppieranno, passando dagli attuali 5 a ben 10Km, ad esempio in via Giulia, mentre in via Carducci ci saranno 3 corsie per le macchine e 2 per i mezzi pubblici.

Saranno affrontati anche particolari nodi legati alle criticità di via San Michele, la rampa di via Rossetti, via Timeus e il percorso Piccardi-Canova. Percorsi ciclabili saranno favoriti lungo l'asse Roiano-Stazione- Rive-Campi Elisi e San Giacomo e ancora lungo gli assi trasversali di via Giulia-San Giovanni e Viale D'Annunzio-Ippodromo. L'offerta di sosta-parcheggio su strada non dovrebbe subire particolari penalizzazioni, eccezion fatta per le pedonalizzazioni che verranno realizzate. Si punterà comunque a favorire gli impianti di parcheggio che circondano il centro urbano.

A questa prima bozza del Piano Generale del Traffico, dopo le consultazioni e quell'attesa discussione partecipata che si auspica possa migliorarlo, seguiranno i piani particolareggiati per ogni zona e i piani esecutivi o di segnaletica.

Ufficio Stampa Comune di Trieste

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento