Sabato, 13 Luglio 2024
Progetti politici

Fulvio Covalero torna in politica e rilancia Obbiettivo Trieste

"E' la mia ultima occasione di fare qualcosa per la mia città". L'avventura politica nata nel 2009 e conclusa nel 2016 riparte con Paola Calabrese come nuova referente. Sarà candidata a consigliere comunale alle elezioni del 2024

Fulvio Covalero annuncia il rilancio della suo movimento politico “Obbiettivo Trieste”, un’avventura nata oltre 10 anni fa e conclusa nel 2016, che ora guarda alle elezioni del 2024, dove sarà candidata come nuova referente la giovane Paola Calabrese. Gli obbiettivi sono numerosi, dichiara Covalero: "In questa città i problemi sarebbero mille, tra cui opere incompiute di cui non si parla più:. Tra queste la Residenza Giardino, costruita nel 2003 e mai utilizzata, oltre a Casa don Marzari a Borgo San Nazario, Rio Marchesin dove erano previsti 110 appartamenti da costruire su dei pastini. La ditta non ha potuto realizzarli in seguito alle proteste dei cittadini e probabilmente il Comune dovrà pagare la penale, se non l'ha già fatto. Per no parlare della stazione di Montebello – Rozzol, devastata da un costruttore che si è dileguato dopo qualche colpo di piccone e dopo aver intascato i fondi”.

Obbiettivo Trieste nasce nel 2009, poi nel 2016 Covalero tenta la candidatura a sindaco ma non riesce a raggiungere le 350 firme necessarie e abbandona la politica. Nel 2021, a pochi mesi dalle amministrative, prova a candidarsi come indipendente nel Movimento 5 Stelle, ma l’ambiente non lo convince e si ritira di nuovo. Continua poi il suo impegno civico sui social e in particolare, dopo la morte dell’amica Liliana Resinovich, apre il blog “Il caso Lilly”, per raccogliere testimonianze e idee sul giallo che ha sconvolto Trieste e su cui ancora non è stata fatta luce.

Ai primi di agosto del 2022 Covalero rilancia la sua creatura: “Ora ho settant’anni, è la mia ultima chance di fare qualcosa per la mia città e partecipare alla vita politica. Passo il testimone a Paola Calabrese, che diventa la referente di Obbiettivo Trieste, ho intenzione di accompagnarla fino alle elezioni del 2026, dove si candiderà a consigliere comunale. E’ la persona più adatta a ricoprire questo ruolo perché ha cultura, competenza e voglia di fare”.

Paola Caabrese è insegnante di chimica, alle spalle ha una formazione di farmacista – farmacologo, con esperienze lavorative al centro di igiene mentale, e punta ora a una seconda laurea. “Questo progetto mi piace molto – ha dichiarato la nuova referente di Ot -, soprattutto per il concetto di Informa – azione. Non si tratta di segnalare le cose che non vanno ma inserirle in un contesto di conoscenza per poi passare all’azione. Amo questa città e ho visto un certo degrado negli ultimi 10 – 15 anni. Voglio stimolare i cittadini ad assumere un ruolo attivo per un voto consapevole. Soprattutto è importante che votino, visto l’astensionismo delle scorse elezioni”.

EA8B0920-4F23-48E7-A83E-EB73764CE5CB-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fulvio Covalero torna in politica e rilancia Obbiettivo Trieste
TriestePrima è in caricamento