Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

"Ocio alla truffa": raggirate tre anziane da una giovane coppia

14.06.14 | 14:31 - Sono due persone sui 25-30 anni e parlano un italiano senza inflessioni dialettali; l'uomo è alto 1 metro e 75, con capelli castani e indossava oggi pantaloni lunghi beige e una camicia azzurra, mente la donna è bionda chiara.

Dopo due episodi successi ieri con le stesse modalità verso l’ora di pranzo (uno in via d’Alviano e l’altro in via dell’Istria), nella tarda mattinata odierna una coppia di truffatori ha raggirato una persona anziana in via Vasari.
Sono due persone  sui 25-30 anni e parlano un italiano senza inflessioni dialettali;  l’uomo è alto 1 metro e 75, con capelli castani e indossava oggi pantaloni lunghi beige e una camicia azzurra, mente la donna è bionda chiara.
Si sono appostati all’esterno di un supermercato e si sono avvicinati a un’anziana (lo avevano fatto anche ieri con altre due signore) dicendole di essere amici di alcuni suoi parenti e dimostrando di conoscere anche le abitudini sociali della malcapitata.
Una volta creatasi una certa fiducia, la coppia ha accompagnato l’anziana a casa e, una volta entrata nell’appartamento e distrattala con delle scuse, ha sottratto gioielli, monili e denaro.
Un cortese saluto e una repentina dipartita.
Pochi istanti dopo l’anziana ha fatto l’amara scoperta della mancanza di portagioie e del prezioso contenuto.
E’ ancora da quantificare quanto i truffatori hanno sottratto in questi tre episodi.
La signora ha telefonato al 113 e sul posto si è recato personale della Squadra Volante della locale Questura per gli accertamenti di rito e le ricerche svolte nell’immediatezza non soltanto in zona sono risultate vane.
Trattandosi di un fenomeno criminoso che colpisce le fasce più deboli e indifese della popolazione e, proprio per questo, ancora più moralmente riprovevole, la Questura invita tutta la cittadinanza, in particolare le persone che vivono da sole e anziane, a telefonare tempestivamente al 113 in presenza di situazioni anomale che potrebbero rappresentare dei tentativi di truffa, architettate con l’utilizzo di disdicevoli raggiri che molto spesso fanno leva sui sentimenti e sulla sensibilità umana.

In particolare di fare attenzione a questa coppia che si finge di essere amica di parenti e di famigliari e che, approfittando della buona fede, raggira chi ha bisogno magari di un aiuto nel portare una borsa della spesa o quant’altro.
E’ importante, infine, telefonare prontamente al 113 e, se rimasti vittime di questi inqualificabili raggiri, non avere paura di denunciare l’episodio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ocio alla truffa": raggirate tre anziane da una giovane coppia

TriestePrima è in caricamento