Cronaca

"Troppa incertezza": Olio Capitale rinuncia alla presenza e diventa virtuale

Olio Capitale diventerà un mercato virtuale dove sarà possibile acquistare i prodotti direttamente dalle aziende. Previsti anche incontri tra produttori e buyers internazionali

L'edizione 2021 di Olio Capitale, il salone dell’extravergine d’oliva di qualità, non si farà in presenza ma diventerà un evento digitale. "Purtroppo l’incertezza condizionata ai trasferimenti tra regioni e all’indice di contagio collegato al loro colore - spiegano gli organizzatori dell'esposizione in programma dal 28 al 30 maggio - , non consentono un ulteriore rinvio a dopo metà giugno, data prevista nel nuovo decreto ministeriale per l’apertura delle fiere". L'esposizione di Trieste si trasformerà quindi in un appuntamento virtuale che consentirà sia l’acquisto del prodotto direttamente dalle aziende, che gli incontri tra produttori e buyers internazionali.

"Come Camera di commercio Venezia Giulia – afferma Antonio Paoletti – attraverso la società in house Aries abbiamo inteso avviare due percorsi molto importanti: il primo percorso guarda a Olio Capitale quale mercato virtuale delle eccellenze olivicole, ovvero un marketplace commerciale formativo, con informazioni e indicazioni utili a tutti coloro che si iscriveranno all’unica piattaforma al mondo con gli oli extravergini di eccellenza valutati da un panel riconosciuto di assaggiatori; il secondo ai matchmaking tra produttori e operatori esteri attraverso un innovativo mix di digitalizzazione e un vero assaggio reale denominato Oil Connect".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Troppa incertezza": Olio Capitale rinuncia alla presenza e diventa virtuale

TriestePrima è in caricamento