Il Quartetto Chagall di Trieste rende omaggio a Beethoven con un cd

Per il 250 anni dalla nascita di Ludwig van Beethoven. ha voluto celebrare questa ricorrenza accostando il Quartetto op.18 n.4 di L. van Beethoven, il primo brano foriero di successi per il quartetto triestino e una delle composizioni del periodo "giovanile" di Beethoven. I giovani musicisti hanno voluto accostare il Quartetto op.13 n.2 di F. Mendelssohn, dedicato al grande Maestro di Bonn

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

 Il Quartetto Chagall (Paolo Skabar e Matteo Ghione, violino; Jacopo Toso, viola; Ilsu Güreşçi, violoncello) - composto da giovani musicisti originari di Italia e Turchia, con sede nella città di Trieste, reduce dalla importante tournée intrapresa nel mese di ottobre 2019 nelle migliori sale da concerto della Cina, tra cui il National Library Arts Centre di Beijing, il Shandong Grand Theatre di Ji’nan, la Harbin Concert Hall, il Guotai Arts Centre di Chongqing, il Shanghai City Theatre - dopo cinque anni di Musica insieme, ha realizzato la sua prima registrazione professionale per il pubblico, da diffondere tramite stampa di CD e canali digitali.  Nel 2020 ricorre il 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven ed Il Quartetto Chagall, legato a Beethoven fin dai primi anni della propria attività, ha voluto celebrare questa ricorrenza accostando il Quartetto op.18 n.4 di L. van Beethoven, il primo brano foriero di successi per il quartetto triestino e una delle composizioni del periodo "giovanile" di Beethoven, al e il Quartetto op.13 n.2 di F. Mendelssohn, dedicato al grande Maestro di Bonn.

Nel primo brano - in quattro movimenti - gli schemi formali sono trasparenti, i temi facilmente memorizzabili e accattivanti, la scrittura poco intricata; ma il clima è teso e un pathos caratteristico attraversa per intero l'opera. Il secondo quartetto - anch’esso in quattro movimenti - ci mostra un compositore che, alla sua seconda esperienza nel genere, abbandona decisamente l'articolazione classica, che invece aveva in precedenza rispettato, per affrontate una forma molto più articolata; nato qualche mese dopo la morte dell’omaggiato Compositore, esso presenta non celate citazioni ai suoi ultimi quartetti. L’attività di registrazione ha avuto luogo presso lo “Studio Burja”, a Dane - Sezana (Slovenia), grazie anche ad uno dei premi vinti dal Quartetto Chagall al IX Concorso Internazionale di Svirél (Slovenia). Le registrazioni sono iniziate in novembre 2019 e si sono concluse nel mese successivo; nei primi mesi di quest’anno si è dunque formato il CD dal titolo “Omaggio a Beethoven”, che sarà disponibile per tutti entro la metà di aprile: per maggiori informazioni, quartettochagall@gmail.com. Inoltre, è prevista la distribuzione delle tracce audio sui canali digitali, sia a consultazione gratuita che a pagamento. Importanti contributi a sostegno di questa tournée sono stati erogati, sotto varie forme, dalla Fondazione Filantropica Ananian, dal Lions Club Trieste Alto Adriatico e dalla Comunità Greco-Orientale di Trieste. In particolare, un importante concerto di presentazione del progetto sarà organizzato dal citato Lions Club non appena l’emergenza sanitaria attualmente in atto a livello nazionale sarà cessata.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento