rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Omicidio in via Rittmayer

Omicidio Robert, spuntano nuovi dettagli

Sempre più chiari i contorni dell'omicidio del 17enne Robert Trajkovic, ucciso in via Rittmayer la notte del 7 gennaio scorso

Prima della morte c'è stata colluttazione, nella quale Robert si è ferito e ha perso sangue.Lo ha riportato Tgr Rai Fvg. La morte, come ufficializzato dall'autopsia, è avvenuta per asfissia: sembra che Alì abbia messo un cordino di nylon bianco di circa mezzo centimetro di diametro e lungo meno di un metro davanti al collo di Robert e abbia tirato con forza stando dietro di lui. La procura ha ribadito che il 21enne ha agito da solo. Le indagini intanto si stanno concentrando proprio sul cordino trovato insieme al cadavere di Robert. Se Alì se lo fosse portato dietro, si tratterebbe di premeditazione: aggravante al momento assente dalle ipotesi della Procura.

Al momento dei fatti la ragazza, la 19enne contesa dai due, si trovava in una delle stanze del bed and breakfast e Robert avrebbe dovuto raggiungerla. Da quel che emerge sembra che lei non sapesse che Alì, con lei fino a poco prima, lo stava aspettando nell'atrio. La vittima sarebbe entrata dal portone, lasciato aperto per combinazione da un'altra persona. Una volta nascosto il corpo nel sottoscala, Alì è tornato dalla ragazza che non si sarebbe chiesta dove fosse Robert e non avrebbe capito cosa fosse accaduto. Qualcosa però nel suo racconto non ha convinto gli inquirenti che l'hanno indagata per favoreggiamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Robert, spuntano nuovi dettagli

TriestePrima è in caricamento