Cronaca Istria e Litorale

Tragedia a Veglia: 69enne ucciso con un pugno dopo una lite per uno specchietto

Il turista era stato urtato dallo specchietto dell'auto, guidata del 44enne, e in un impeto di rabbia lo ha staccato dalla vettura. Il conducente è sceso dall'auto e lo ha colpito. Inutili i tentativi di rianimazione

Un litigio a causa di un urto con lo specchietto finisce in tragedia: è successo a Veglia, in Croazia, dove è stato arrestato un uomo di 44 anni originario di Zagabria. Ne dà notizia il Piccolo: l'accusa è di omicidio colposo nei confronti di un 69enne austriaco. Il turista era stato urtato dallo specchietto dell'auto, guidata del 44enne, e in un impeto di rabbia lo ha staccato dalla vettura. Il conducente è uscito dall'auto e ha assestato un pugno al 69enne, che si è accasciato a terra ed è morto. Il fatto è successo a Bescanuova (Baška in croato). Nonostante l'intervento dei sanitari, che hanno tentato di rianimare a lungo la vittima, non c'è stato nulla da fare. Il sospetto è stato in breve tempo rintracciato dalla Polizia e posto in custodia cautelare. Seguiranno le indagini del caso, non è ancora chiaro se la causa del decesso sia il pugno o se l'aver sbattuto la testa sull'asfalto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Veglia: 69enne ucciso con un pugno dopo una lite per uno specchietto

TriestePrima è in caricamento