rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Piazza Unità d'Italia

One Billion Rising: «A Trieste il flash mob più affollato del Triveneto»

Intervista a Lara Guglielmi, organizzatrice del One Billion Rising a Trieste: «Sin dalla prima edizione città ha dimostrato vicinanza alla tematica della violenza contro le donne. Appuntamento a domenica 14 febbraio 2016»

«Sono rimasta sorpresa positivamente delle persone sabato scorso in Piazza Unità in occasione del flash-mob». A dichiararlo è Lara Guglielmi, coordinatrice ed organizzatrice del One Billion Rising a Trieste, «sin dal primo anno Trieste ha dimostrato la sua vicinanza a questa iniziativa, basti pensare che nel 2013, prima edizione flash-mob e dunque novità assoluta, c’erano in piazza oltre 3000 persone. Il trend positivo si è poi mantenuto sia l’anno scorso che sabato scorso, con una buona affluenza che, nonostante il concomitante Carnevale, è scesa in piazza  a favore della  giustizia, del cambiamento e della rivoluzione, in quanto quest’anno la manifestazione aveva come parole cardine “Revolution”, rivoluzione nel senso di abbattere certi muri, sia culturali che psicologici sulla tematica delle violenza contro le donne».

14feb2015. One Billion Rising 2015 (Foto Luca Marsi)

L’organizzatrice spiega che «sono stata stupita e commessa da questa affluenza. La marcia, organizzata prima della manifestazione in Piazza Unità, è stata un dono con la tua cospicua partecipazione (tra gli aderenti il Coordinamento Donne Trieste, il Progetto Stella Polare, l’associazione culturale S/Paesati, la consulta dei disabili, l’AISM, Arcigay Trieste e molte altre) e l’ accompagnamento 14feb2015.OneBillionRising2015(FotoLucaMarsi)33della Banda Berimbau. Vorrei anche sottolineare l’affluenza di un gruppo di venti ragazzi scout con i loro capogruppo e genitori si sono uniti alla marcia e facendo interviste alle presenti sulle motivazioni del One Billion Rising, registrando e filmando quanto accaduto. Le presenti erano molto contente ed emozionate per la presenza di giovani al corteo che pronti ad intervistarle e interessandosi così dell’argomento».

«Uno dei momenti più significati del corteo è stato senz’altro il momento fuori dalla Questura. Alcune partecipanti esponevano cartelli con episodi di femminicidi, attaccati poi ai cancelli dell’edificio (ripresi successivamente dalle partecipanti). Questo non voleva essere un attacco, ma invece una richiesta di aiuto alle Forze dell’Ordine ed anche una volontà di comunicare che gli episodi di violenza vanno denunciati e la Questura è uno dei luoghi simbolo per questo tipo di denunce sociali. E’ sceso in strada anche il Questore Vicario e siamo state contente della vicinanza delle Forze dell’Ordine verso questa problematica. I numeri infatti sono a livello mondiale estremamente preoccupati, basti pensare che una donna su tre ed un bambino su quattro subiscono violenze».

«Sono rimasta inoltre sorpresa dalla copiosa presenza al flash-mob di uomini e giovani, una bella soddisfazione – ci riferisce Lara – 14feb2015.OneBillionRising2015(FotoLucaMarsi)20persone di Zagabria, di Taiwan, una partecipazione assolutamente trasversale ed internazionale. E’ stata la manifestazione più affollata dell’intero Triveneto. Una soddisfazione per noi che organizziamo il flash-mob Il sito ufficiale One Billion Rising è una vera e propria rete delle diverse sezioni locali che organizzano in goni parte del mondo il 14 febbraio il flash-mob. Una persona poi, grazie al sito, può facilmente vedere la manifestazione più vicina per parteciparvi».

Per partecipare al gruppo triestino del “One Billion Rising Trieste”, oltre al sito internet ufficiale della rassegna, è attiva una pagina facebook “Aralaralà?” dove vengono diffuse e comunicate la diverse iniziative ed il gruppo facebook  “La fabbrica delle Follie”, oltre ad un punto di incontro che sarà aperto  a breve in Via Ginnastica 33.

Appuntamento dunque per la quarta edizione del flash mob, domenica 14 febbraio 2016.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

One Billion Rising: «A Trieste il flash mob più affollato del Triveneto»

TriestePrima è in caricamento