Cronaca

Operato da un chirurgo con il Parkinson: invalido a vita

Ne parla Veronica Ruggeri in un servizio de 'Le Iene': un 'semplicissimo' intervento al piede finito in tragedia per la sindrome neurodegenerativa del medico. La vittima: "Lo sapeva tutta Trieste". ASUITS: "Non è un nostro dipendente"

Viene operato al piede da un chirurgo affetto dal morbo di Parkinson e rimane invalido a vita. Un tragico incidente di malasanità a Trieste, documentato da un servizio di Veronica Ruggeri a "Le Iene".

"Tutti lo sanno a Trieste"

L’operazione all’alluce era stata definita “semplicissima”: la rimozione di uno speroncino di osso. Un intervento “semplicissimo, quasi ambulatoriale”, come è stato detto a Roberto, la vittima in questione. Purtroppo non è stato così: “Al momento in cui mi toglie la prima sutura ho visto una mano tremolante -  racconta Roberto a Veronica Ruggeri - forzava e non riusciva a tagliare il punto. Al terzo punto, dopo aver tagliato il filo, mi ha tagliato il piede, non è riuscito a fermare la sua azione. Mi è stato detto che soffre di una malattia da tanto tempo, tutti lo sanno a Trieste”. 

La verifica

La diagnosi è stata confermata alla "Iena" da un collega, il quale ha dichiarato di avergliela diagnosticata in prima persona. Il medico che ha eseguito l'operazione, interpellato dall'inviata, ha negato tutto e chiamato la Polizia per allontanare la Troupe.

Non un dipendente ASUITS

L'Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste (ASUITS) fa sapere tramite una nota che il chirurgo ortopedico in questione non è un suo dipendente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operato da un chirurgo con il Parkinson: invalido a vita

TriestePrima è in caricamento