menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazione "Mekong " della Guardia Costiera. 350 Controlli dall'11 al 29 dicembre

Nel periodo dal 11 al 22 dicembre e dal 27 al 29 dicembre si è svolta l’operazione complessa di polizia marittima della Guardia Costiera denominata “Mekong”, che ha visto impegnati i Militari della Direzione Marittima del Friuli Venezia Giulia sul...

Nel periodo dal 11 al 22 dicembre e dal 27 al 29 dicembre si è svolta l'operazione complessa di polizia marittima della Guardia Costiera denominata "Mekong", che ha visto impegnati i Militari della Direzione Marittima del Friuli Venezia Giulia sul territorio regionale in attività di controllo sull'intera filiera della pesca, sia in mare sia a terra, per verificare il rispetto delle norme nazionali e comunitarie a tutela dei consumatori e delle risorse ittiche.
In mare le Unità Navali della Guardia Costiera hanno costantemente monitorato l'attività dei pescherecci, verificando tra l'altro il rispetto delle disposizioni sulle distanze minime dalla costa per le unità che pescano a strascico e con reti da posta, e di quelle sulle taglie minime delle specie ittiche.
A terra hanno operato oltre 50 Militari per un totale di circa 350 controlli su tutto il territorio regionale.

L'attenzione, come di consueto, è stata rivolta ai mercati ittici, grossisti, centri commerciali e di grande distribuzione, ristoranti, pescherie, nonché ai punti di sbarco del pescato.
Le principali irregolarità sono state rilevate in materia di tracciabilità dei prodotti e mancanza della documentazione commerciale (in particolare della prevista etichettatura) che identifica il pescato.
Nella zona di Grado sono stati elevati tre verbali amministrativi ad altrettanti esercizi commerciali per la ristorazione, privi del piano di autocontrollo previsto dall'art.5 Reg.852/04 (normativa europea sull'igiene alimentare) e ad un ristorante di Marano Lagunare è stata contestata l'omessa predisposizione delle procedure di autocontrollo previste dalla normativa H.A.C.C.P. (normativa che disciplina la corretta manipolazione dei cibi sotto il profilo igenico - sanitario).
In totale sono state elevate sanzioni amministrative per un importo complessivo di euro 18.835.
I controlli sulla filiera della pesca proseguiranno naturalmente anche durante tutto il mese di gennaio 2013 ed i successivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Report Iss, Riccardi: "In Fvg dati da zona gialla"

  • Cronaca

    Draghi approva il nuovo decreto: resta il coprifuoco alle 22

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento