Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Operazione "Topolino" della Polizia Italiana e Slovena, cinque Arrestati

L'indagine è nata dalla segnalazione di cittadini sloveni di Crevatini preoccupati per l'arrivo di italiani per comprare dosi di droga Le Procure di Trieste e Capodistria e le rispettive forze di Polizia hanno collaborato da maggio di...

L'indagine è nata dalla segnalazione di cittadini sloveni di Crevatini preoccupati per l'arrivo di italiani per comprare dosi di droga

Le Procure di Trieste e Capodistria e le rispettive forze di Polizia hanno collaborato da maggio di quest'anno per stroncare un significativo traffico di stupefacenti, operazione "Topolino", che ha portato all'arresto di cinque persone, due in Italia e tre in Slovenia.

L'indagine è nata dalle segnalazioni alla Polizia slovena da parte dei cittadini ci Crevatini, preoccupati del continuo traffico di italiani che si recavano dagli spacciatori per comprare le dosi di droga - una preoccupazione più che giustificata, tanto che in casa di uno degli arrestatati sono state trovate delle munizioni per armi da fuoco -.

Verso maggio sono arrivate le prime autorizzazioni a procedere da parte dei Pm di Capodistria che hanno permesso di effettuare i primi pedinamenti e le prime intercettazioni telefoniche.

L'espediente adoperato dagli spacciatori, da cui il nome "Topolino", era quella di trattare dosi minime di droga, idonee a sostenere l'uso personale. Ma prese insieme, considerato anche la tipologia giovanissima dei clienti, si è chiaramente manifestato l'alto quantitativo di stupefacenti spacciati: da maggio a settembre - l' arresto dei primi due è avvenuto il 26 settembre - il traffico di marijuana, eroina e cocaina ha prodotto ben 100 mila euro di profitti.

Sono 30 gli episodi che hanno visto coinvolti clienti italiani, di cui 6 giovanissimi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Topolino" della Polizia Italiana e Slovena, cinque Arrestati

TriestePrima è in caricamento