Sequestrata l'area dell'ex grill di Opicina: trema la banda dei detriti

I carabinieri hanno posto sotto sequestro l'area e stanno indagando sulle ultime attività illecite di abbandono di materiali di risulta da lavori di ristrutturazione

L’area dell’ex Gigi Grill è stata posta sotto sequestro da parte dei carabinieri che si sono messi sulle tracce dei responsabili dell’ultimo abbandono di detriti nel giardino antistante la struttura. E’ questo il risultato di alcuni appostamenti effettuati negli scorsi giorni dai militari dell’Arma e che inchioderebbero alcuni soggetti che lì avrebbero scaricato materiale di risulta da lavori di ristrutturazione edilizia. La notizia del sequestro della zona sulla strada provinciale 35 è stata confermata dai carabinieri e dall’assessore del Comune di Trieste, Lorenzo Giorgi. 

La denuncia

Il luogo era stato oggetto di un servizio giornalistico nel quale TriestePrima, come si legge in questo articolo, aveva denunciato lo stato di abbandono della zona. La proprietà dell’area è del Comune di Trieste che ora, fa sapere Giorgi, “denuncerà il fatto e si costituirà parte civile contro i trasgressori”. L’operazione degli scorsi giorni avrebbe permesso di individuare un numero imprecisato di soggetti – al momento i carabinieri sono alle prese con le indagini e maggiori dettagli potrebbero emergere in un comunicato atteso nei prossimi giorni – che rappresenta solamente la punta dell’iceberg di un fenomeno tristemente diffuso e che aveva contribuito a trasformare l’area in una vera e propria discarica a cielo aperto.

“Nei prossimi giorni posizioneremo dei new-jersey per non far entrare nessuno (le barriere di colore bianco e rosso utilizzate come divisori nei cantieri ndr). Questa operazione è un bel segnale nei confronti della comunità” ha commentato Lorenzo Giorgi.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Famiglia "picchiatrice" entra in casa di una coppia e la pesta a sangue: quattro arresti

Torna su
TriestePrima è in caricamento