Tra sabato e domenica torna l'ora solare, potrebbe essere l'ultima volta

Il prossimo anno si dovrebbe arrivare ad una decisione definitiva per quanto riguarda il territorio dell'Unione Europea

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre tornerà l'ora solare. Alle 3 si dovranno spostare le lancette indietro di un'ora, tornando così alle ore 2:00. Con l'arrivo dell'autunno dunque, il buio arriverà prima alla sera ma si avrà più luce la mattina, almeno nella prima fase. L'ora solare rimarrà in vigore fino a domenica 28 marzo 2021 quando si tornerà a spostare le lancette in avanti.

Cambio orario, ipotesi abolizione nel 2021

Nel 2021 poi dovrebbe arrivare una decisione definitiva sull'ipotesi, avanzata nel 2018, di abolire definitivamente il cambio dell’ora tramite una consultazione promossa dall’Unione Europea. Il 76% dei votanti rispose in modo favorevole ma non si giunse ad una decisione univoca che potesse accontentare tutti i paesi. Mentre la Francia ha deciso di abolire l'ora solare, l'Italia su questo tema non ha mai preso una posizione. Alla fine, si dovrebbe arrivare ad una decisione a blocchi in cui i paesi dell’Europa Meridionale potrebbero tenere l’ora legale per tutto l’anno mentre i paesi del Nord opterebbero per quella solare.

Nel nostro paese i vantaggi dell’ora legale tutto l’anno sarebbero sicuramente garantiti. Innanzitutto ci sarebbe più risparmio di energia elettrica: se con l’ora solare il sole sorge alle 4,30 in estate e tramonta alle 20, con l’ora legale il periodo di luce andrebbe dalle 5,30 alle 21.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

  • Prima neve sul Carso: disagi e mezzi spargisale in azione, a Trieste chiusi i giardini

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

Torna su
TriestePrima è in caricamento