Cronaca

Ecco la nuova ordinanza regionale: tutte le novità da domani 4 maggio

Attività motoria non più solo nel proprio comune, sì ai lavori nelle seconde case e nei saloni. Tutte le novità della dodicesima ordinanza firmata oggi pomeriggio dal governatore del Fvg Massimiliano Fedriga

Altro decreto, altra ordinanza. Il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha firmato oggi pomeriggio l'ordinanza numero 12 che porta con sé alcune importanti novità sul fronte delle attività quotidiane sul territorio regionale. Nella giornata in cui in tutta Italia torneranno al lavoro milioni di connazionali, ecco quindi che la giunta specifica cosa si può fare e cosa no nel periodo dal 4 al 18 maggio, data in cui si assisterà ad un altro cambio di marcia. Ma andiamo con ordine. 

Supermercati e negozi

Nello specifico, si legge, "l'ordinanza contiene l'obbligo di chiusura nelle giornate festive solo per i supermercati e gli ipermercati" mentre vengono "prorogate le disposizioni relative ai mercati all'aperto e al chiuso - ovvero le analoghe forme di vendita su area pubblica o privata di generi alimentari e prodotti florovivaistici". Rimangono attivi gli obblighi di "mettere a disposizione dei clienti all'ingresso e all'uscita soluzioni idroalcoliche per la igienizzazione delle mani" e i guanti "per i negozi di generi alimentari e laddove vi sia manipolazione di ortofrutta, pane o altri alimenti".

Ecco il testo integrale: tutti i 25 punti dell'ordinanza

Sì alle seconde case

L'ordinanza 12 introduce inoltre la possibilità di accedere ai locali di qualsiasi attività, comprese quelle sospese, per lo svolgimento di lavori di vigilanza, manutenzione, pulizia e sanificazione, nonché per la ricezione in magazzino di beni e forniture. Il permesso di svolgere attività di manutenzione e riparazione viene allaragato alle seconde case, alle biciclette, ai camper, alle roulotte e ai velivoli. Sul fronte dell'attività motoria invece, pur rimanendo "il vincolo delle
distanze di sicurezza e il divieto a utilizzare gli spogliatoi", decade "l'obbligo di non uscire dal proprio Comune di residenza e di utilizzare le mascherine (o una protezione per naso e bocca) nei luoghi isolati".

Sport

Per gli sportivi ecco il tanto atteso via libera "agli allenamenti in forma individuale di atleti professionisti e non, anche con l'istruttore, senza distinzione tra discipline individuali e di squadra". L'accesso ai parchi, giardini e cimiteri, pur consentito, "andrà regolamentato, tanto nelle modalità quanto negli orari". La palla passa alle singole Amministrazioni comunali". Apertura inoltre delle biblioteche ma per "la sola attività di prestito, assicurando che la consegna e la
restituzione dei volumi avvenga con modalità che evitino il rischio di contagio".

Pesca, disabili e guida

Autorizzate anche la pesca sportiva dilettantistica e l'allevamento e addestramento di animali. Infine, decade l'obbligo di portare le mascherine "quando si è alla guida di autoveicoli o motoveicoli, salvo quelli aziendali in cui valgono le regole del proprio datore di lavoro; per i bambini di età inferiore ai sei anni". Anche in caso di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina e per chi soggiorna da solo in locali non aperti al pubblico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco la nuova ordinanza regionale: tutte le novità da domani 4 maggio

TriestePrima è in caricamento