menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ordinanza "salva-cani": Trieste mette al bando botti e mortaretti (VIDEO)

Dipiazza: «L'attenzione per gli amici a quattro zampe e per tutti gli animali domestici è sempre importante»

«L’attenzione per gli amici a quattro zampe e per tutti gli animali domestici è sempre importante ed in questo periodo dell’anno in particolar modo. Abbiamo quindi predisposto l’ordinanza del Comune di Trieste che vieta di fare esplodere petardi nei giorni di capodanno, con la sola esclusione dei tradizionali fuochi di artificio». 

Lo rende noto il sindaco Roberto Dipiazza come di consueto sulla sua pagina Facebook, questa volta in compagnia anche dell'assessore Michele Lobianco, che ha la delega alla Zoofilia: «Dal prossimo anno, inoltre, a Trieste ci sarà una novità; abbiamo infatti deciso che i “botti” saranno totalmente vietati per tutto l’anno, ad esclusione dei tradizionali fuochi di artificio. Anche il mio amico Ted ringrazia (il setter inglese del sindaco, ndr)».

L'ordinanza arriva dopo che il Consiglio comunale aveva bocciato la mozione del Movimento 5 stelle che proponeva di mettere al bando tutto i fuochi e petardi al di fuori dello spettacolo pirotecnico organizzato dal Comune per la mezzanotte (con un voto non unanime anche all'interno dei vari gruppi consigliari).

Oggi invece l'ordinanza, simile a quella dell'anno scorso di Roberto Cosolini, che vieta i botti fino alle 23.30 del 31 dicembre; poi il divieto riprenderà dall'una di notte del capodanno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento