menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Orti di Quartiere: ancora nulla di Fatto sulle Tariffe

Nel corso della quarta Commissione Consigliare questa mattina si è trattato di nuovo l’argomento dei cosiddetti “orti sociali”, ovvero quegli appezzamenti di terreno che il Comune mette a disposizione, previa richiesta, per poterli coltivare...

Nel corso della quarta Commissione Consigliare questa mattina si è trattato di nuovo l'argomento dei cosiddetti "orti sociali", ovvero quegli appezzamenti di terreno che il Comune mette a disposizione, previa richiesta, per poterli coltivare.
L'Assessore Edera, chiamato a rispondere sull'argomento, dichiara di avere fatto un sopralluogo, per aver un'idea chiara della situazione.
"Alcuni terreni sono curati, altri risultano quasi abbandonati, l'idea in merito è un ragionamento organico sugli orti sociali, ovvero valutare le aree già adibite e altre che in futuro potrebbero essere destinate a questa attività". Sulle situazioni analoghe in altri comuni, la Dottoressa Zagaria ha notato un notevole e generalizzato interesse sulla Penisola, c'è addirittura un Progetto dell'Associazione Comuni Italiani e Italia Nostra. Nella vicina Udine sono state destinate 17 aree attrezzate a piccoli orti, ad anziani, famiglie, associazioni e scuole.
L'idea dell'Assessore Marchigiani è proprio questa, inserire gli orti nel Piano del Verde, in modo da mettere in rete tutte queste realtà, "sebbene sia un procedimento lungo e complesso, bisogna vedere e conoscere le aree, giudicare le infrastrutture vicine, rivedere i regolamenti e ascoltare i cittadini". "In questo potrebbe essere interessato anche l'Assessorato alla Cultura, per destinare delle aree a scuole, per scopi educativi, didattici e formativi".

Riguardo i canoni di locazione, che recentemente hanno subito un aumento significativo, soprattutto per i pensionati o le persone a basso reddito, anche qua, propone il Consigliere Sossi, "bisogna decidere il da farsi, nel senso che se un pensionato percepisce 2000 euro, non ha gli stessi problemi di chi vive con la pensione minima".
Il progetto, conclude l'Assessore Marchigiani rientra nella politiche strategiche per la riqualificazione di quei rioni con problemi di degrado sociale e urbano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento