Venerdì, 19 Luglio 2024
Le raccomandazioni di Asugi

Traffico e caldo, valori dell'ozono oltre i limiti, scattano le precauzioni

Le emissioni di ozono nell'atmosfera hanno superato il valore di 120 microgrammi per metro cubo, soglia sopra la quale il Comune corre ai ripari invitando le fasce più sensibili della popolazione ad adottare opportune precauzioni durante il giorno

TRIESTE - Le emissioni di ozono nell'atmosfera hanno superato il valore di 120 microgrammi per metro cubo, soglia sopra la quale il Comune corre ai ripari invitando le fasce più sensibili della popolazione ad adottare opportune precauzioni durante il giorno. I valori oltre il limite sono previsti, come sottolineato dall'Arpa del Friuli Venezia Giulia, nelle giornate di domani 28 e sabato 29 giugno e per questo motivo l'Azienda sanitaria giuliano isontina ha dato indicazioni precise. Secondo l'allegato di Asugi le concentrazioni di ozono al di sotto dei 120 microgrammi per metro cubo si possono considerare livelli nei quali gli effetti acuti per la salute sono di minore entità. 

Le raccomandazioni

Ma in questo caso il valore non è al di sotto. In caso di superamento, come avvenuto, "è opportuno per tutti, e in particolare per i gruppi a rischio, ventilare gli ambienti domestici nelle ore più fresche della giornata (primo mattino o sera), o cercando di svolgere i lavori pesanti o le attività sportive nelle prime ore della giornata o in serata". Viene suggerito, in fondo all'allegato, anche uno stile di vita e di alimentazione sano, ricco di antiossidanti come frutta, vitamina C, pesce, tonno, molluschi, crusca, legumi e i germogli (ricchi di vitamina E) di grano e soia, olio d'oliva (a crudo), di soia, di mais, girasole, fegato, uova e verdure fresche. 

Cos'è l'ozono

L'ozono è un gas che nei periodi tardo primaverili-estivi, scrive l'Azienda sanitaria, si concentra a volumi più elevati perché i gas inquinanti prodotti dal traffico veicolare e dalle industrie, in presenza di forte radiazione solare, temperature elevate e scarsa ventilazione, innescano una serie di reazioni fotochimiche. I valori più elevati, in questo caso, vengono raggiunti nelle ore dalle 12 alle 18. L'ozono è un gas irritante per le vie respiratorie. I soggetti maggiormente esposti sono i bambini, gli anziani e chi svolge attività sportiva all'aperto. Particolarmente a rischio risultano essere le persone asmatiche e, in generale, chi soffre di patologie polmonari e cardiologiche.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico e caldo, valori dell'ozono oltre i limiti, scattano le precauzioni
TriestePrima è in caricamento