rotate-mobile
A Gallipoli

Padre e figlio si immergono con la maschera e spariscono per ore: brutta avventura per due turisti triestini

E' successo nella zona di Gallipoli. I due sono stati poi rintracciati dalla guardia costiera su una spiaggia distante. Molta paura per i turisti e i loro parenti

PADULA BIANCA (Gallipoli) – Brutta avventura per due turisti triestini, padre 32enne e figlio 11enne, si immergono per fare snorkeling e fanno perdere le tracce fino a tarda sera. E' successo nel tardo pomeriggio di domenica, sul litorale di Gallipoli. Sono stati rintracciati dopo diverse ore, quando era ormai buio, dai militari della guardia costiera.

Come spiega un articolo di Lecce Prima, tutto è cominciato in località Padula Bianca, a nord di Gallipoli, poco dopo le 17. Padre e figlio si sono allontanati con le proprie maschere per praticare l'attività sportiva ma, dopo circa tre ore, i famigliari hanno cominciato ad agitarsi per l'assenza di notizie. Nessuno riusciva più a scorgerli in mare. Hanno così allertato i numeri di pronto intervento e il personale della capitaneria di porto gallipolina ha raggiunto lo specchio d’acqua a bordo di una motovedetta e un mezzo è stato inoltre diretto, via terra, a pattugliare il litorale ionico.

Avviate le ricerche, padre e figlio sono stati finalmente rintracciati intorno alle 21: spaesati su una spiaggia distante, ma quanto meno in buone condizioni di salute. Nessuna conseguenza per entrambi, dunque, fatta eccezione per il forte spavento e per quello riportato dai parenti che li hanno attesi preoccupati per ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre e figlio si immergono con la maschera e spariscono per ore: brutta avventura per due turisti triestini

TriestePrima è in caricamento