Cronaca

I cattolici triestini orfani di padre Larivera, è lui il nuovo segretario agli affari europei dei gesuiti

La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno nel mondo del cattolicesimo giuliano. Gesuita, giornalista e uomo di cultura, per molti anni ha animato lo scenario culturale di Trieste, promuovendo dibattiti e iniziative

Padre Luciano Larivera lascia il suo posto come direttore del Centro culturale Veritas a Trieste e prenderà servizio a Bruxelles come nuovo segretario per gli affari europei al Jesuit European Social Centre (Jesc). La notizia spiazza il mondo del cattolicesimo giuliano, in cui spiccava come figura di riferimento. Gesuita, giornalista e uomo di cultura, per molti anni padre Larivera ha animato lo scenario culturale di Trieste, promuovendo dibattiti e iniziative, anche relativamente a temi di interesse internazionale come il Porto e la Via della seta. Dal settembre del 2015 ha vissuto e lavorato a nel capoluogo Giuliano, dove si è occupato di promuovere eventi culturali, anche incentrati su etica del giornalismo, sviluppo sostenibile del Porto e altre religioni come Islam e Buddismo.

Così commenta il consigliere comunale del Pd Marco Toncelli: "A lui va il merito di aver rilanciato una volta di più il Centro culturale Veritas con tantissime iniziative all'insegna del dialogo multiculturale e per aver sempre promosso le questioni politiche economiche della città. Come fedele ricordo le sue omelie, sempre motivo di grandissimi spunti e riflessioni, è una vera risorsa per la città e ci mancherà moltissimo, non solo alla comunità religiosa e ai fedeli della parrocchia del Sacro cuore di Gesù. Mi mancherà come amico, eravamo in grande sintonia, ma sono sicuro che anche da Bruxelles ci sarà occasione per creare momenti di collaborazione".

"Sono cresciuto nella comunità dei gesuiti - Continua Toncelli - e lo conoscevo prima di incontrarlo perché lo leggevo su 'Civiltà cattolica'. E' arrivato pochi mesi prima della sdemanializzazione del Porto vecchio e l'allora sindaco Cosolini aveva organizzato alcuni incontri nella sala del Consiglio Comunale su temi di approfondimento legati al Porto. Da capogruppo in Consiglio ho pensato di invitarlo dal primo incontro, e da lì è iniziata la nostra duratura collaborazione"

Padre Larivera è nato nel 1968 a Milano, da genitori emigrati dal Molise. Ha studiato alla scuola superiore gesuita Leone XIII e poi alla Bocconi. Dopo un anno di servizio militare è entrato nel noviziato gesuita nel 1993. Gli anni della formazione lo hanno portato a Genova, Padova, Reggio Calabria, Napoli e Roma, dove si è laureato in teologia morale all'Università pontificia gregoriana. Dal 2003 al 2015, prima del suo arrivo a Trieste, ha scritto sul periodico "La civiltà cattolica", riportando notizie dall'estero, politica internazionale ed economia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cattolici triestini orfani di padre Larivera, è lui il nuovo segretario agli affari europei dei gesuiti

TriestePrima è in caricamento