rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca

"Caso" palestra di largo Niccolini, la Tergestina risponde alle critiche di Salvati

Il presidente Daniele Bassi non ci sta e rispedisce al mittente le "accuse". "Non è vero che manca il custode tout-court, non è vero che la convenzione con il Comune è scaduta e le società non sono titolari delle utenze"

Buona parte delle affermazioni del consigliere circoscrizionale Pd Luca Salvati sono false. A dirlo è una nota dell'Asd Tergestina in merito alle condizioni in cui versa la palestra di largo Niccolini, nei pressi del rione di Barriera e in relazione alla sua gestione. "La convenzione della Tergestina con il Comune di Trieste non è assolutamente scaduta - scrivono - bensì è in proroga fino al 30 giugno 2021 e non è vero che manchi il custode tout-court, ma quello nominato dalla Tergestina è presente nelle ore dell’Asd Tennistavolo, nonostante sia vero che non c'è durante gli orari dedicati al liceo Petrarca, e deve essere inviato dall'EDR". 

Salvati aveva parlato di società sportive titolari delle utenze e di pagamento dei custodi che ricadrebbero sulle società sportive. "Non è vero che le associazioni sportive siano diventate titolari delle utenze, è il Comune che continua a farsene carico. Inoltre, in merito ai pagamenti, è da precisare che le società non subiscono alcun aggravio dei costi, semplicemente ora pagano i custodi direttamente e non più tramite la Tergestina". Al netto delle precisazioni, le infiltrazioni d'acqua permangono. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Caso" palestra di largo Niccolini, la Tergestina risponde alle critiche di Salvati

TriestePrima è in caricamento