menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palmanova Outlet Village: boom per la mostra di Celiberti, prorogata fino al 20 settembre

In poco più di un mese, l'esposizione è stata visitata da oltre millecinquecento persone provenienti da tutto il Friuli Venezia Giulia ma anche da Austria, Slovenia, Russia ed Emirati Arabi. Visto il grande successo di pubblico registrato, la mostra è stata prorogata fino al prossimo 20 settembre

Boom di visitatori per la mostra del grande maestro di arte contemporanea Giorgio Celiberti, al Palmanova Outlet Village, all’interno dell’unità 28. In poco più di un mese, l’esposizione è stata visitata da oltre millecinquecento persone provenienti da tutto il Friuli Venezia Giulia ma anche da Austria, Slovenia, Russia ed Emirati Arabi. Visto il grande successo di pubblico registrato, la mostra, che è possibile visitare gratuitamente, è stata prorogata fino al prossimo 20 settembre.

Gli allestimenti sono dell’architetto Pietro Bravin e la grafica è di David Radovanovic. Curatela dell’evento: Elisabetta Cudicio e Lara Petricig. Durante il periodo di apertura un gallerista e una storica dell’arte saranno a disposizione del pubblico per consigli e informazioni.

La mostra di Giorgio Celiberti, la cui pratica si caratterizza da sempre in una trasposizione tra espressione plastica ed espressione pittorica, comprende capolavori a tecniche miste di grandi dimensioni, con risultati polimaterici estremamente intensi e tecniche grafiche che vengono incontro ad ogni esigenza, e oggetti di design unici, che creano un intenso dialogo spazio-casa e una fusione tra passato, presente e futuro.

Per la prima volta in esposizione, inoltre, i gioielli realizzati dal maestro: oggetti di estrema e inimitabile raffinatezza, in cui lo spirito dell’artista trova il suo completamento.

«Ringraziamo il maestro Celiberti – commenta il direttore del Palmanova Outlet Village, Luigi Maurizio Villa – per averci onorato della sua presenza. I suoi capolavori in mostra sono un valore aggiunto. Questa è un’ulteriore conferma di quanto la nostra struttura possa contribuire allo sviluppo e al sostegno delle iniziative culturali e turistiche locali».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento