rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Lavoro, Panariti: «Prioritario per la Regione potenziare l'occupazione femminile»

Dati Istat confortanti per l'occupazione in Friuli Venezia Giulia che segnalano una leggera ripresa. Incremento della forza lavoro soprattutto per quella maschile ma situazione meno positiva per l'occupazione femminile che rimane sotto il 55%. La Regione ferma nel voler combattere questo fenomeno di esclusione delle donne dal mercato del lavoro

I dati Istat relativi all'occupazione nel terzo trimestre 2015 evidenziano innanzitutto un forte incremento della forza lavoro in Friuli Venezia Giulia, dove cresce di quasi 8mila unità. Questo aumento delle persone disponibili e la diminuzione sostenuta del numero di quelle scoraggiate è probabilmente il segnale delle aspettative di una ripresa della domanda di lavoro ma anche, e forse soprattutto, delle possibilità di attivazione offerte dai molti programmi e dalle misure per il lavoro messe a disposizione dalla Regione.

Cresce l'occupazione complessiva, in particolare quella maschile (+3.500). A sopportare maggiormente il peso della non ancora stabile situazione economica continua ad essere la componente femminile del mercato del lavoro: sono, infatti, oltre mille le occupate in meno, con un tasso di occupazione femminile che resta sotto il 55 per cento. L'aumento della domanda nel settore manifatturiero ha indubbiamente trainato; mentre l'occupazione maschile pare stia trovando sbocco nel manifatturiero, il calo nei servizi pesa particolarmente sull'occupazione femminile.

«Al fine di porre rimedio a quello che rischia di diventare sempre di più un fenomeno di esclusione dal mercato del lavoro - osserva Panariti - continua ad essere prioritario per la Regione il rafforzamento dei programmi finalizzati a potenziare l'occupazione femminile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, Panariti: «Prioritario per la Regione potenziare l'occupazione femminile»

TriestePrima è in caricamento