menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Obiettivo lavoro: 920mila euro per la formazione a persone svantaggiate

Stanziati il bper la realizzazione di un progetto per favorire l'accesso al mondo del lavoro a persone appartenenti a categorie meno fortunate. L'assessore regionale Panariti: «Si è tenuto conto delle indicazioni pervenute in fase di concertazione sull'Obiettivo tematico 9 dedicato all'inclusione sociale e lotta alla povertà»

E' stato approvato l'avviso riguardante la realizzazione di percorsi formativi finalizzati a favorire l'accesso al mercato del lavoro di persone svantaggiate in carico ai servizi sociali, socio-sanitari e socio-educativi. Ad annunciarlo è l'assessore regionale al Lavoro e Formazione Loredana Panariti. Per la realizzazione del programma, finanziato nell'ambito del Por Fse 2014-2020, sono stati stanziati 920mila euro. L'avviso sarà pubblicato sul Bur del prossimo 2 dicembre.

«Le risorse messe oggi a disposizione - ha reso noto l'assessore - consentono di coinvolgere nelle attività di orientamento al lavoro e rafforzamento personale circa 1500 persone». Nel commentare quest'ulteriore intervento a sostegno dell'inclusione attiva delle persone in condizione di marginalità, Panariti ha evidenziato: «Per la realizzazione del programma si è tenuto conto sia delle indicazioni pervenute in fase di concertazione sull'Obiettivo tematico 9 dedicato all'inclusione sociale e lotta alla povertà sia delle risultanze dei diversi tavoli tecnici che fanno capo all'assessorato al Lavoro e alla Formazione, dedicati ad approfondire buone prassi e percorsi per l'inserimento lavorativo delle persone maggiormente vulnerabili».

Si tratta di interventi formativi di breve durata, da realizzarsi anche con modalità didattiche sperimentali e riguardanti specificatamente l'orientamento al lavoro e il rafforzamento delle competenze trasversali delle persone in situazioni multiproblematiche, che vedono sommarsi condizioni di disagio sociale, di salute, abitative, penali e altre. «Il programma - ha sottolineato infine Panariti - tiene conto anche della necessità di attivazione dei beneficiari della misura di sostegno al reddito, recentemente approvata dalla Regione Friuli Venezia Giulia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: calano isolamenti e ricoveri, a Trieste 167 contagi

  • Cronaca

    Vaccini: sospese le prenotazioni per gli under 60

  • Cronaca

    La Croazia riapre ai turisti: ecco le regole

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento