rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Dopo la tragedia in Porto

Morte lavoratore portuale: la Procura apre le indagini

Ancora da stabilire se si sia trattato di un malore, un guasto o un errore. Le indagini sono state affidate al Pm Cristina Bacer

TRIESTE - La Procura apre un fascicolo sulla morte dell’operaio 58enne Paolo Borselli, caduto nelle acque del Molo VII mentre lavorava manovrando un muletto. Come riporta il Piccolo, le indagini sono state affidate al Pm Cristina Bacer, del gruppo di lavoro sugli infortuni professionali. Bisognerà stabilire se si è trattato di un guasto, un malore, un errore o uno sbandamento per un carico eccessivo, poiché al momento tutte le ipotesi sono aperte. Saranno esaminati anche i filmati delle telecamere di sorveglianza. Nel frattempo è in corso uno sciopero nazionale fino alle 19 di oggi, sabato 11 febbraio. Poco dopo il decesso di Borselli, nella mattinata di ieri, un'altra tragedia simile si è verificata nel porto di Civitavecchia: un operaio di 29 anni è deceduto dopo essere rimasto schiacciato da un container che stava trasportando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte lavoratore portuale: la Procura apre le indagini

TriestePrima è in caricamento