rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
L'attacco

Ics attacca Polidori: "Strumentalizza il dramma dei profughi", la replica: "Accuse viscide e pusillanimi"

Per ICS "c'è qualcosa di sconcertante nel vedere il sindaco di Muggia, noto per le sue posizioni estremiste e diventato celebre sui giornali di mezza Europa per aver gettato nei cassonetti le coperte di un senzatetto, darsi da fare per i profughi". Il sindaco minaccia querela

"C'è qualcosa di sconcertante nel vedere il sindaco di Muggia Paolo Polidori, noto per le sue posizioni estremiste e diventato celebre sui giornali di mezza Europa per aver gettato nei cassonetti le coperte di un povero senzatetto, darsi da fare per proporre l'utilizzo di un albergo dismesso della cittadina di Muggia per l'accoglienza dei profughi dall'Ucraina. ICS, che cura l'accoglienza e la protezione legale di tutti i rifugiati da venticinque anni, senza discriminazioni su base etnica, politica, religiosa o di altra natura, è lieto se l'ex albergo individuato potrà essere utilizzato per l'attuale grave emergenza umanitaria". Inizia così l'attacco di ICS al sindaco di Muggia Paolo Polidori, che nella giornata di ieri, a seguito di un incontro con il prefetto Vardè, ha dichiarato che l'hotel Lido di Muggia potrebbe essere destinato all'accoglienza dei profughi.

"È però doveroso ricordare gli avvenimenti del 2016 quando Polidori, allora consigliere comunale nel Comune di Trieste, era parte della intransigente opposizione alla temporanea ospitalità di 20 (dicesi 20!) rifugiati accolti nella parrocchia di Aquilinia per alcuni giorni in attesa di un trasferimento, colpevoli solo di non essere bianchi europei ma afgani, e di essere giovani uomini che non volevano combattere per i talebani".

"Una vicenda, quella del 2016, che rappresenta una macchia indelebile sulla storia di questo territorio e che non può essere cancellata dalla falsa disponibilità di oggi, usata per spregiudicate finalità politiche. Eloquenti le immagini del violento assedio verso l'allora Prefetto Annapaola Porzio, persona di alto profilo, aperta al dialogo ma ferma nel difendere le leggi della Repubblica quali il diritto d'asilo. La strumentalizzazione del dramma dei profughi ucraini, a Trieste, come nel grottesco viaggio di Salvini in Polonia fatto "per aiutare i rifugiati", ripugna la coscienza civile".

La replica di Polidori

Il sindaco Polidori ha definito le accuse di ICS "viscide, pusillanimi, strumentali e che puzzano lontano un miglio". "Viscide e pusillanimi, perché ripercorrono in chiave politica e demagogica episodi del mio passato, sui quali non mi soffermerò, così come non intendo qui ricordare la pesantissima relazione della commissione consiliare del Comune di Trieste, che evidenziava in capo ad ICS irregolarità fiscali riguardanti i contratti di affitto, che servivano ad ospitare migranti".

"Eviterò anche l’inutile fatica di spiegare a questi imprenditori dell’accoglienza, che fatturano somme consistenti solo per Trieste, quale sia l’enorme differenza che corre tra una donna con bambini che scappa da una guerra, e un quarantenne maschio che si spaccia da diciottenne, e che spende 6.000$ per farsi “accogliere” dal Pakistan, Paese dove la guerra non c’è - ha precisato il sindaco -. Qui c’è solo da stigmatizzare la gravissima affermazione per cui la mia disponibilità ad aiutare questa povera gente è falsa e con lo scopo di raggiungere non ben definite “spregiudicate finalità politiche”!"

"Queste sono dichiarazioni diffamatorie, per le quali non solo mi accingo a presentare relativa querela, ma sono pregiudizievoli dell’operato dell’amministrazione che rappresento, la quale si è attivata nella complessa predisposizione di attività amministrative necessarie a garantire l’accoglienza dei profughi. Sono stato tirato in causa quale Sindaco di Muggia, con conseguente danno di immagine per l’istituzione stessa; le dichiarazioni di ICS appaiono inoltre pregiudizievoli per il buon esito di questa iniziativa comunale che si pone nel medesimo contesto operativo nel quale ineriscono anche le attività di tale istituto, in potenziale conflitto di interessi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ics attacca Polidori: "Strumentalizza il dramma dei profughi", la replica: "Accuse viscide e pusillanimi"

TriestePrima è in caricamento