Cronaca Istria e Litorale

Forza Italia chiede la rimozione di Tito dal sito delle isole Brioni

Lo rende noto un comunicato, inviato dall'agenzia di comunicazione Fluendo, a firma del deputato forzista Roberto Novelli. "Un ritratto vergognosamente agiografico del dittatore jugoslavo, principale artefice della tragedia delle foibe e responsabile del dramma dell'esodo". Chiesto l'intervento di Mattarella

E' una bufera mediatica quella provocata dalla pagina dedicata a Josip Broz sul sito del Parco Nazionale delle isole Brioni (Croazia) e dalla successiva reazione del deputato udinese di Forza Italia, Roberto Novelli. La descrizione incriminata, secondo il comunicato stampa inviato dall'agenzia di comunicazione integrata Fluendo - che tra i clienti annovera anche il Gruppo Mediaset con Publitalia 80, Rete4 e Mondadori -e che riprende le parole del parlamentare forzista, è quella che vorrebbe in Tito un "uomo di Stato distinto, amico e frequentatore degli istriani", solamente per citare l'incipit ufficiale.  

Sempre secondo la nota che fa parlare Novelli, il sito sarebbe "finanziato dal governo croato" e offrirebbe "un ritratto vergognosamente agiografico del dittatore jugoslavo, principale artefice della tragedia delle foibe e responsabile del dramma dell'esodo". Sul sito in effetti non si intravede nessuna menzione sui drammi del Novecento che hanno sconvolto la penisola istriana. "Non c'è una parola sulle nefandezze compiute dal regime titino ai danni degli italiani di Istria e Dalmazia". 

Per Novelli è un "excursus storico ingannevole, falso, inaccettabile, tanto più perché finanziato, ma si spera non avallato, dalle istituzioni croate". Il deputato di Forza Italia continua poi soffermandosi sulla rottura del "colpevole silenzio a cui è stata relegata per decenni questa dolorosa pagina di storia" e sul fatto che "non possiamo ammettere che con il pretesto della promozione turistica, si diffonda una simile santificazione del sanguinario dittatore". 

Infine, come da consueto schema politico Novelli rivolge un appello direttamente al Presidente della Repubblica. "Si apra da subito un confronto con il governo croato affinché la pagina dedicata al ritratto di Tito sia rimossa dal sito del Parco o che almeno sia modificato in modo da corrispondere alla verità". Questo pomeriggio i media croati non hanno ancora ripreso la notizia, che nel frattempo è stata pubblicata da diverse testate giornalistiche. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia chiede la rimozione di Tito dal sito delle isole Brioni

TriestePrima è in caricamento