rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Contatto con la natura

Oasi di serenità e di bellezza, Parco Sigurtà tra le mete amate dai triestini

Sono stati circa 300 mila i visitatori che da marzo ad ottobre hanno scelto il parco naturalistico a Valeggio sul Mincio. Tra questi, anche diversi triestini

“L'erba del vicino è sempre più verde” recita il detto popolare. Di certo variare è utile e ancor di più è stimolante se si parla di eccellenze. Ebbene sì: dal 6 marzo al 5 ottobre scorso 300 mila sono stati i visitatori che lo hanno scelto, provenienti anche dal Friuli Venezia Giulia e, in particolare, da Trieste e provincia stando alle prenotazioni on line. Si parla del parco giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio, in provincia di Verona, oasi di serenità e di bellezza, realtà paesaggistica di 60 ettari nei pressi del lago di Garda, visitabile a piedi o a bordo di un trenino o di golf-cart elettrici o in bicicletta (per informazioni info@sigurta.it e www.sigurta.it).

In questi giorni il Parco, per la cui irrigazione è prelevato un milione di litri di acqua dal Mincio, si è cambiato d'abito. I colori dell'autunno, infatti, vivacizzano le foglie; il foliage, cioè la trasformazione colorostica delle chiome degli alberi, è unico e rende ulteriormente appetibile la visita di una struttura già di per sé attraente.

L’origine del parco risale al 1407 quando, durante la dominazione veneziana di Valeggio sul Mincio, il patrizio Gerolamo Nicolò Contarini acquistò tre fattorie dando così origine al nucleo iniziale del giardino. Si è arrivati all’apertura al pubblico avvenuta il 19 marzo 1978 voluta da Giuseppe Carlo Sigurtà (una sua statuta bronzea domina il gran tappeto erboso). I primi visitatori potevano entrare solo a bordo di una vettura, ma dagli anni 2000 il parco è visitabile nei modi citati.

Fiori, piante, animali, ma anche eventi come la colorata giornata degli artisti, l'affollata festa dedicata ai bambini dello scorso 9 ottobre, la giornata di Halloween del prossimo 30 ottobre e le inconsuete corse di Halloween il prosssimo 6 novembre. Un'offerta turistica qualificata che ha permesso a Sigurtà di raggiungere risultati importanti, come i riconoscimenti di "Parco Più Bello d'Italia 2013", di "Secondo Parco Più Bello d'Europa 2015", "World Tulip Award 2019" e "Miglior Attrazione al Mondo 2020".

Daini, caprette tibetane, la fattoria, il viale delle Rose lungo un chilometro costituito da 30 mila rose, per non parlare della Meridiana Orizzontale, dedicata a Galileo Galilei, realizzata nel 1990 e progettata per avere una validità di 26 mila anni. Da visitare anche il Labirinto, inaugurato nel 2011, dopo sei anni di costruzioni: un percorso che si snoda su una superficie di 2500 metri quadrati e che accoglie 1500 esemplari di piante di tasso. In questi anni, inoltre, è stata analizzata la ricerca sulla fioritura dei tulipani che vivacizza il parco nei mesi di marzo e aprile, che ad oggi, con il suo milione di bulbi, è considerata la più importante del Sud Europa.

Contatto con la natura, ma anche eventi di tutto rispetto a Sigurtà. E il 3 settembre 2023 saranno accolti migliaia di figuranti per la 17esima edizione del magico mondo del Cosplay, evento dedicato alla moda nipponica di impersonare i beniamini del mondo della fantasia. Due giornate di animazione, sfilate, musica, incontri con personaggi fantasy e set fotografici memorabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oasi di serenità e di bellezza, Parco Sigurtà tra le mete amate dai triestini

TriestePrima è in caricamento