menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Partecipare alla Definizione del Welfare Triestino. Come fare

Hanno aderito in tanti ieri all’invito dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Trieste all’assemblea pubblica al Ferdinandeo (alla Sala conferenze del MIB) per l’avvio del percorso di programmazione partecipata per il nuovo Piano di...

Hanno aderito in tanti ieri all'invito dell'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Trieste all'assemblea pubblica al Ferdinandeo (alla Sala conferenze del MIB) per l'avvio del percorso di programmazione partecipata per il nuovo Piano di Zona di Trieste per il triennio 2013-2015.
In apertura, dopo il saluto del Vicesindaco e assessore alla comunicazione Fabiana Martini, l'Assessore Famulari ha sottolineato come la novità fondamentale di questo Piano di Zona (il terzo per Trieste) sia la sua precipua funzione di strumento strategico finalizzato alla programmazione dei servizi nel loro complesso e non più prevalentemente orientato alla realizzazione di specifiche progettualità.

Con l'Assemblea pubblica si è dato dunque formalmente il via al processo di elaborazione del nuovo Piano di Zona: chi desidera partecipare attivamente ai tavoli tematici e di co-progettazione che partiranno a settembre può inviare la propria adesione entro il 25 luglio, compilando il modulo già predisposto online (collegandosi al sito www.retecivica.trieste.it, area "sociale") o tramite invio via fax o posta elettronica di una scheda che sarà trasmessa dall'Ufficio di piano previo contatto (mail: ufficiodipiano@comune.trieste.it, tel. 040-6754172/4231).

Fino al 25 luglio è anche aperta la consultazione on line, che permette a tutti i soggetti interessati di inviare osservazioni, commenti, integrazioni rispetto a ciascuno degli obiettivi strategici locali proposti dall'Amministrazione. Le linee guida regionali hanno infatti previsto non solo degli obiettivi uguali per tutti gli Ambiti e Aziende Sanitarie/Distretti della Regione, che riguardano in gran parte l'attività sociosanitaria di presa in carico da parte dei servizi sociali e sanitari dei soggetti appartenenti alle fasce più fragili della popolazione, ma anche la possibilità a livello di singoli ambiti o territori di definire specifici obiettivi strategici locali.

Nell'area dedicata al Piano di Zona sul sito web del Comune di Trieste è anche presente un link al "profilo di comunità", nel quale vengono analizzate determinate caratteristiche della popolazione che forniscono alcuni elementi utili per la programmazione dei servizi e degli interventi a favore della collettività. Il quadro conoscitivo del territorio fornito dal "profilo di comunità" propone una lettura ragionata dei bisogni e della "domanda sociale", illustrando l'offerta dei servizi e le risorse esistenti a livello locale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento