Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

#Pasocial: Trieste capitale della comunicazione pubblica sul web

Il convegno #PASOCIAL, COME CAMBIA LA COMUNICAZIONE PUBBLICA CON WEB, SOCIAL E CHAT vedrà protagonisti autorevoli relatori ed esperti dei nuovi ambiti della comunicazione pubblica

E' intitolato #PASOCIAL, COME CAMBIA LA COMUNICAZIONE PUBBLICA CON WEB, SOCIAL E CHAT il convegno che si terrà venerdì 17 marzo, nell'Auditorium del museo Revoltella di via Diaz - organizzato dal Comune di Trieste assieme al gruppo #PAsocial, l’AGID (Agenzia per l’Italia Digitale), l’Ordine dei Giornalisti FVG col patrocinio dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - che verterà sulle esperienze del Governo Centrale e delle Amministrazioni locali in merito all'utilizzo dei nuovi strumenti di comunicazione per fornire servizi e semplificare la vita dei cittadini. E che vedrà protagonisti autorevoli relatori ed esperti dei nuovi ambiti della comunicazione pubblica.

Il convegno, introdotto dalla presentazione via web di Francesco Di Costanzo, promotore #pasocial e direttore di cittadiniditwitter.it, è stato presentato stamane dall'assessore comunale alla Comunicazione e Agenda Digitale, Serena Tonel con il direttore di Area Lorenzo Bandelli e il Social Media Manager Christian Tosolin. Presenti anche il funzionario del Servizio Comunicazione Barbara Borsi e Rachele Lombardi del Servizio Innovazione e Sviluppo Economico.

«Trieste è un'altra tappa di un grande lavoro ad opera dell'Amministrazione centrale, del Ministero dell'Università e Ricerca e delle Politiche Agricole, di Palazzo Chigi e dell'Agenzia Digitale, dei comunicatori pubblici a livello locale e del territorio con il Comune di Trieste, l'Università e l'Azienda Sanitaria. Un quadro generale che denota un'ottima e costante attività che sta portando al complessivo sviluppo della comunicazione pubblica» ha sottolineato Di Costanzo.

«Siamo orgogliosi di ospitare un evento come questo – ha affermato l'assessore Tonel -Trieste continua ad essere un apripista della comunicazione innovativa promuovendo in questa direzione le buone prassi sul territorio e dimostrando ancora una volta di essere sempre all'avanguardia e 'smart city' di alto livello, un 'modello' anche per le altre amministrazioni pubbliche. Ne sono un esempio concreto le recenti aperture del servizio di messaggistica “Telegram” per ricevere in tempo reale tute le informazioni in caso di situazioni di emergenza ed eventi particolari sul territorio comunale e il canale della Polizia Municipale “Agente Gianna”che aggiorna sulle varie attività. L'uso strutturato e costante dei social network da parte dell'Amministrazione comunale viene anche apprezzato dai cittadini come rivelano le cifre di iscritti a Telegram: ad oggi 1370, mentre la pagina facebook istituzionale conta più di 17.000 “like”. Ma siamo molto attivi in rete con lo sportello Suap e per quanto attiene all'edilizia privata e i certificati di abitabilità, i servizi educativi (iscrizioni alle scuole ecc), i certificati anagrafici e, di prossima attuazione, sarà anche il circuito “Spid”, il sistema pubblico che tramite identità digitale, con un'unica password, consentirà l'accesso ai servizi comunali anche per i pagamenti, in linea con le nuove norme. Un accenno da parte di Tonel anche all'apertura della piattaforma sugli Open Data».

«Da rilevare che il convegno di venerdì al Revoltella ha già superato la quota di 160 iscritti – ha aggiunto - provenienti da ogni parte d'Italia oltre che dalla nostra regione. Il nostro obiettivo è far sì che i canali social possano evolversi ulteriormente, oltre che per i servizi di emergenza, di reclami e segnalazioni che funzionano molto bene (più di un centinaio a settimana), proseguendo nella partecipazione a corsi di formazione da parte del nostro Social Media Manager e del personale preposto per tenersi costantemente aggiornati e allo scopo di coinvolgere via via tutte le aree e i vari ambiti dell'Amministrazione – ha concluso l'assessore -. Il direttore Bandelli ha rilevato l'importanza della figura del Social Media Manager del Comune di Trieste: “Uno dei primi comuni in Italia che ha avuto l'accortezza di formalizzare l'istituzione di questo ruolo quale punto di riferimento e di 'interfaccia' con le varie aree dell'ente anche nella gestione dei rapporti in questo ambito con soggetti esterni, per puntare sempre più alla comunicazione attraverso i social».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#Pasocial: Trieste capitale della comunicazione pubblica sul web

TriestePrima è in caricamento