Cronaca

Tuiach e le "passeggiate", dibattito in Commissione

Questa mattina si è tenuta la seduta della VI Commissione presieduta dal consigliere Salvatore Porro. Bassa Poropat (Insieme per Trieste): "Perché i gruppi da Lei sostenuti non sono stati fatti rientrare nella norma Seganti?". Babuder: " Si è detto e parlato anche troppo di questo tema"

La Sesta Commissione del Comune di Trieste presieduta dal consigliere di Fratelli d'Italia Salvatore Porro si è riunita questa mattina in sala Giunta. L'argomento più dibattuto sono state le "passeggiate per la sicurezza" che il consigliere di Forza Nuova Fabio Tuiach aveva organizzato nelle scorse settimane nella zona di via sant'Anastasio, luogo che dove la Procura della Repubblica ha svolto un'indagine condotta dagli uomini della Questura di Trieste e che ha portato all'arresto di sette spacciatori. Durante la Commissione, gli esponenti di maggioranza e opposizione hanno discusso sull'iniziativa portata avanti anche dal portavoce di Stop Prima Trieste, Marco Prelz nella zona del colle di san Giusto. 

Le parole di Tuiach

"Ho sentito un dovere di carità cristiana nell'organizzare le passeggiate per la sicurezza. I fatti ci hanno dato ragione e grazie a noi abbiamo si sono accesi i fari dell'opinione pubblica. Penso - ha continuato il consigliere di FN - che abbiamo salvato qualche vita. Ci sono stati degli arresti e voi mi volete condannare perché sono sceso con altri patrioti a proteggere le nostre figlie. Saremo cattivissimi, come dite voi, ma credo che qualsiasi ragazzina o signora che si trova in un vicolo buio ha piacere a sapere che noi ci siamo. Noi abbiamo fatto il nostro dovere". 

La posizione della Lista Dipiazza

Il consigliere Cason: "Credo che ogni cittadino abbia il diritto di osservare. Detto questo, esiste la nostra Costituzione e le leggi in materia regionale che prevedono l'istituzione dei volontari per la sicurezza e prima di tutto ci deve essere il rispetto della legge. Non ci si può sostituire alla legge. Noi come lista Dipiazza abbiamo avviato alcune iniziative, in via Torino, nel centro città, a Borgo san Sergio e a Barcola: lo abbiamo fatto solo per osservare e documentare in maniera propositiva, grazie a segnalazioni trasferite dai cittadini, dagli esercenti, dai clienti dei bar e dei ristoranti. Continueremo sul campo" ha concluso Cason. 

L'opposizione 

Sabrina Morena ha spiegato che "la droga è un problema che non si risolve con le telecamere, bisogna lavorare sulle scuole e nelle famiglie. Questo disagio va affrontato in altro modo. Per contro nostro noi rinnoviamo la fiducia nelle forze dell'ordine". "Non mi piacciono - ha continuato Morena - neanche le passeggiate istituzionalizzate, anche se sono convinta che il degrado debba essere combattuto. Se esiste un allarme droga allora siamo chiamati ad affrontarlo con decisione. Il pericolo resta la giustizia fai da te". Marco Toncelli del Partito Democratico: "Ognuno deve fare il suo mestiere e la città deve sapere che noi lavoriamo alla sicurezza". Maria Teresa Bassa Poropat di Insieme per Trieste ha rivolto alcune domande a Tuiach: "Perché gruppi da lei sostenuti non sono stati fatti rientrare nella norma Seganti? Perché non hanno detto "condividiamo la norma"? Perché si è creato un doppione senza le garanzie di legge della norma Seganti?". La Bassa Poropat ha continuato affermando che "il rispetto delle istituzioni si manifesta anche e soprattutto attraverso la stretta collaborazione con le forze dell'ordine". 

Forza Italia

Il consigliere forzista Michele Babuder ha espresso una voce fuori dal coro: "Credo che ormai sia troppo tempo che discutiamo di questo tema. Ci stiamo interessando ad una propaganda politica di un movimento di parte, non istituzionale, e credo sia totalmente superfluo. È giusto esprimere il dissenso ma credo che tutti noi, e lo stesso sindaco ha ribadito in termini pubblici la sua opinione, abbiamo straparlato e questo agevola in fondo coloro che hanno fatto la passeggiata per la sicurezza in termini di visibilità. Si è detto e parlato anche troppo di questo tema". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tuiach e le "passeggiate", dibattito in Commissione

TriestePrima è in caricamento