Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Pearl Jam, più di 30.000 spettatori allo stadio Nereo Rocco: le foto

15.43 - Cosolini entusiasta: «Grande soddisfazione per una bellissima giornata per la città e per l'andamento del weekend che si prolunga con moltissime persone che ancora oggi soggiorneranno negli alberghi per visitarla». Candussio (Azalea Promotion): «È evidente ormai che un evento 'globale' di questa portata a Trieste si può fare»

Il Sindaco Cosolini ha commentato oggi - accanto all'assessore Edi Kraus, i tenenti di Polizia Locale, Mauro Bunz e Massimo Cella, e l'ufficio Grandi Eventi - il successo del concerto della band statunitense dei Pearl Jam dopo l'eccezionale esibizione allo Stadio Nereo Rocco di Trieste di ieri sera: «grande soddisfazione per una bellissima giornata per la città e per l'andamento del weekend che si prolunga con moltissime persone che ancora oggi (lunedì) soggiorneranno negli alberghi per visitarla. Un concerto assolutamente entusiasmante che ha registrato un pubblico a livello internazionale, con 15.000 persone provenienti dall'estero e moltissime dal Nordest. A dimostrazione che Trieste è una tra le 'piazze' italiane strategiche per attrarre pubblico e per farlo soggiornare, riuscendo a convogliare persone dall'Est Europa ma non solo. A differenza dei grandi concerti di Roma o di Torino che fanno sold-out perlopiù di spettatori italiani. Eventi di questo tipo proiettano la conoscenza di Trieste in Italia e nel mondo, e fanno sì che se ne parli anche sui siti e sui social. Su Twitter addirittura nel 'trending topics', cioè tra i principali temi di maggior tendenza del momento. Un ritorno d'immagine straordinario per Trieste, notevole anche per l'economia, con un fatturato di 5 milioni di euro di cui hanno potuto beneficiare alberghi, B&B, locali cittadini e pubblici esercizi della zona, a dimostrazione che i grandi eventi funzionano. Anche la 'macchina organizzativa' è stata efficiente, con traffico e viabilità contenuti, e autobus sempre a disposizione. Le navette da e per lo stadio sono state utilizzate da migliaia di persone come il parcheggio al Centro Montedoro. Un grazie alla Polizia Locale, a tutte le Forze dell'Ordine, che avevano già dimostrato grande impegno in occasione del Giro d'Italia, ad Azalea Promotion e a tutti coloro che hanno contribuito per la riuscita dell'evento, in un inizio di stagione turistica che parte in bellezza e che si prepara ad ospitare sul palco di piazza Unità uno spettacolo di rilievo come i “Carmina Burana”, lunedì 30 giugno, aperto alla cittadinanza».

«È evidente ormai che un evento 'globale' di questa portata come il concerto dei Pearl Jam a Trieste si può fare – ha detto Giovanni Candussio di Azalea Promotion -. Ce lo confermano i grandi numeri di presenze da tutta Europa e dal mondo, registrati tra i più di 30.000 spettatori provenienti dagli U.S.A., dall'Australia, dagli Emirati Arabi, dal Qatar, Algeria, Argentina, Islanda, Cipro, Portogallo, Malta, Russia oltre che da Croazia, Slovenia e paesi dell'Est. Anche l'hashtag PJ di Twitter ha coinvolto moltissime persone. 40 i giornalisti accreditati. E un pubblico meraviglioso che non ha creato problemi. Un ringraziamento va alla Protezione Civile e alla Croce Rossa che ha soccorso 9 persone fortunatamente tutti risoltisi sul posto. Martedì sarà completato il lavoro di smontaggio del palco allo Stadio Rocco».

Trieste quindi, dopo Bruce Springsteen e i Pearl Jam, si candida a pieno titolo 'capitale della musica' per il Nordest.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pearl Jam, più di 30.000 spettatori allo stadio Nereo Rocco: le foto

TriestePrima è in caricamento