menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mamme in "rivolta" a Opicina

La causa della grande preoccupazione sarebbe lo spostamento della pediatra dott.ssa Rossetto, alla quale molte famiglie si sono affezionate in questi ultimi mesi. L'azienda sanitaria: "l'incarico è provvisorio, garantiremo la continuità"

Succede che una pediatra finisca il suo contratto in un luogo e le famiglie si inizino a preoccupare. Questa preoccupazione, soprattutto delle mamme di Opicina per vedere andar via la dott.ssa Rossetto, è arrivata fino alla nostra redazione. Siamo stati contattati dalla signora Pilotti che si dice convinta ad andare fino in fondo. 

"Da gennaio in poi quando è arrivata a Opicina - racconta la signora Pilotti - è riuscita a portarsi dietro veramente tante famiglie, si parla di centinaia. Noi vogliamo assolutamente che resti e faremo di tutto affinché questo avvenga". A detta della signora "la situazione infastidisce parecchie persone". "l'ho vista oggi (qualche giorno fa ndr) e mi ha detto che l'hanno chiamata 80 mamme, era rassegnata e dispiaciuta. Di contro - continua la Pilotti - potere del web, siamo veramente tanti a promuovere iniziative per cercare di farla restare (ad ora circa 100 in contatto su Messenger in tempo reale e molti altri sui vari gruppi di mamme ma aumenteremo). 

Le parole dell'Azienda Sanitaria

In merito alla lettera di sostegno alla Pediatra di Libera Scelta dott.ssa Elena Rossetto, l’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste specifica che la dottoressa ha un incarico provvisorio della durata massima di dodici mesi, che cesserà in ogni caso all'atto del conferimento di un incarico definitivo.

ASUITs sta procedendo al conferimento degli incarichi come da graduatoria approvata il 1° settembre 2017, dove la dott.ssa Rossetto è collocata all'ottavo posto quindi potrà avere un incarico a tempo indeterminato solo in caso di scorrimento della graduatoria, qualora tutti o parte dei professionisti collocati prima non accettino.

L'incarico della dott.ssa Rossetto è stato vincolato al territorio di Opicina. Per evitare che tale territorio resti sguarnito nel momento in cui sarà conferito l'incarico a tempo indeterminato, è stato previsto un incarico vincolato a tale territorio, che si vedrà quindi garantita la continuità dell'assistenza.

L'effettiva cessazione dell'incarico attualmente conferito alla dott.ssa Rossetto sarebbe teoricamente prevista per l'8.3.2018, ma potrebbe concludersi indicativamente entro la fine dell’anno qualora si riesca a completare in tempi brevi il conferimento degli incarichi a tempo indeterminato. Non è possibile indicare una data precisa perché i pediatri possono accettare o rifiutare l’incarico, come già accaduto, e i tempi potrebbero slittare anche perché i pediatri in caso di accettazione hanno 90 giorni a disposizione per aprire l'ambulatorio.

Contattata questa mattina dal nostro giornale la dott.ssa aveva il cellulare staccato. Riproveremo e vi racconteremo anche la versione della diretta interessata. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Tradizioni del Carso: perché andar per osmize

social

Festa della Donna: le idee regalo per sorprendere chi ami

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento